Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all'installazione di qualsiasi cookie clicca sul pulsante "Scopri di più". Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie

Gianluigi Veronesi

Gianluigi Veronesi

Gianluigi Veronesi

Con Michelle Hunziker nella Svizzera dal cuore green

La nuova ambasciatrice di Svizzera Turismo racconta la cura del territorio e l’amore per ciò che è autentico che contraddistingue il suo Paese di origine. Un invito a viaggiare sostenibile a bordo di treni e battelli e ad approfondire la conoscenza della cultura, dei prodotti e delle tradizioni locali.

E dopo Roger Federer non poteva mancare un’altra testimonial d’eccezione, svizzera nel DNA ma italiana nell’anima. “I primi anni trascorsi in Svizzera mi hanno dato l’imprinting e poi, a 15 anni, è scoppiato l’amore per l’Italia che considero la mia seconda patria”. Michelle Hunziker è un perfetto trait d’union fra Italia e Svizzera storicamente e intimamente legate da scambi culturali e commerciali. “Dalla scuola svizzera e dai miei genitori ho ereditato la perseveranza, la costanza, la disciplina, il fatto di non spaventarmi di fronte alle sfide mentre la mia parte più libera, più goliardica e più pazzerella è assolutamente di matrice italiana”.

“Questa alleanza è un’opportunità unica per il mercato italiano” afferma Christina Gläser, direttrice di Svizzera Turismo Italia. “Con la solarità e l’energia di Michelle, porteremo alla ribalta una destinazione attraente, sostenibile e con tante proposte accattivanti per l’estate”. Svizzera Turismo l’ha coinvolta per raccontare con la vivacità e l’ironia che la contraddistingue le mille sfaccettature di un Paese che, a dire di Michelle, è molto apprezzato dagli italiani ma ancora poco conosciuto. “Ho accettato con gioia la proposta di Svizzera Turismo perché è l’occasione per far conoscere a un pubblico più ampio possibile la bellezza delle montagne, il suo patrimonio culturale e la cura per il territorio che contraddistingue i suoi abitanti” prosegue Michelle.

Svizzera Turismo ha da poco lanciato il suo manifesto per il turismo sostenibile, Swisstainable, che valorizza l’amore per la propria terra e l’attenzione per l’ambiente che è parte integrante della cultura svizzera. “Ricordo che da piccola – parlo già di 35 anni fa – con la scuola ci mandavano in giro con un carretto nelle case a raccogliere la carta e la plastica” racconta Michelle.

La Svizzera, infatti, è impegnata da decenni nell’ambito della sostenibilità. Si pensi all’uso intensivo dell’energia idrica, alle località car-free e al lungimirante potenziamento della rete di mezzi di trasporto pubblico su tutto il territorio nazionale. Ogni giorno 9000 treni percorrono i circa 3000 chilometri della rete ferroviaria delle Ferrovie Federali Svizzere (FFS). Pressoché ogni località della Svizzera può essere raggiunta con i mezzi di trasporto pubblico e le FFS vendono ogni anno circa 3 milioni di abbonamenti. “Era abituale muoversi in treno per fare le gite scolastiche o per andare a sciare con la propria famiglia” conferma Michelle Hunziker.

In Svizzera è possibile nuotare perfino in città: una prerogativa unica nel suo genere. Con i suoi 1500 laghi, la Svizzera è il castello d’acqua d’Europa e la sorgente di molti fiumi, tra

cui ad esempio il Reno. Più di un ottavo della superficie della Svizzera (5269 km2) è composto da un totale di 19 parchi. Inoltre, la legge forestale prescrive da 125 anni che il 30% del territorio svizzero sia ricoperto di boschi. E la tendenza è in aumento. La qualità dell’aria in Svizzera è eccellente. Da sempre è famosa come stazione di clima terapia e, già nel 1853, venne scoperto il clima salutare dell’aria di montagna di Davos. È il Paese con il più alto consumo pro capite di prodotti biologici al mondo. Inoltre, i rivenditori al dettaglio svizzeri

Suisse Tourisme (Schweiz Tourismus) occupano da anni i primi posti nelle classifiche internazionali di sostenibilità. La Svizzera è uno dei Paesi leader al mondo nel settore del riciclaggio e della gestione dei rifiuti. Viene riutilizzato quasi il 90% delle bottiglie in PET.

La sostenibilità è una necessità per preservare le risorse per le generazioni future ma è anche un’esigenza che è emersa prepotentemente con la pandemia. Gli ospiti vogliono respirare aria pura, fare movimento, viaggiare in sicurezza e ritrovare il gusto della convivialità. La natura emoziona quando è incontaminata. La Svizzera è una destinazione di viaggio nota per le sue montagne spettacolari, le gole selvagge, i boschi mistici: la natura riempie di energia. Anche Michelle Hunziker sottolinea questi due aspetti. “Sostenibilità e autenticità sono oggi imprescindibili. Anche nel turismo. Ricerchiamo il contatto con la natura, siamo affascinati dalle persone che si prendono cura di ciò che li circonda e che tramandano il sapere artigianale. Nell’era del fake, abbiamo bisogno di autenticità, sia nelle relazioni personali sia nei viaggi”. La possibilità di incontrare le persone e di conoscere la storia dei luoghi è un altro dei pilastri di Swisstainable.

Viaggiare in modo sostenibile non implica per forza delle rinunce. Un viaggio sostenibile vuol dire più consapevolezza, pienezza e intensità. Ed è proprio questo principio che si ritrova come filo conduttore di Swisstainable.

Per questo Svizzera Turismo invita gli ospiti a: vivere da vicino la natura incontaminata, consumare prodotti regionali, conoscere l’autentica cultura locale, prolungare il proprio soggiorno per approfondire la conoscenza del territorio. I soggiorni lunghi non solo influiscono positivamente sul riposo, ma anche sull’ambiente e sull’economia locale. In Svizzera, anche le valli più isolate sono raggiungibili con i trasporti pubblici. Ciò aumenta le possibilità di esplorare tutto il territorio.

Le tappe del viaggio di Michelle: dal Ticino a Lucerna, da St. Moritz ad Andermatt.

Parte da Milano in compagnia di due chef stellati, Carlo Cracco e Andreas Caminada, il viaggio di Michelle Hunziker in terra elvetica. “Sono due esempi viventi di cosa significhi essere attenti alla sostenibilità ma senza rinunciare alla creatività e all’esclusività di un’esperienza gourmet stellata” racconta Michelle Hunziker.

Andreas Caminada, chef svizzero 3 stelle, è da sempre legato ai prodotti del territorio del suo Cantone, i Grigioni. Nel suo maniero di Fürstenau, lo Schloss Schauenstein, cucina con ingredienti sempre diversi che lui stesso seleziona visitando i produttori. Trote fresche dei fiumi di montagna, carne secca essiccata all’aria dei boschi, centinaia di varietà di mele e decine di patate colorate, mais bianco, asparagi di Coira (capitale del Cantone) o ancora agnello d’alpeggio: la natura nei Grigioni è assai prodiga. Caminada sfrutta questa abbondanza e la trasforma. A fine giugno ha inaugurato un nuovo ristorante vegetariano, l’OZ. La filiera qui è cortissima perché cucina gli ortaggi che crescono nel giardino del suo castello. OZ, oggi in reto-romancio, sottolinea proprio questa filosofia che valorizza ciò che la natura dona, senza artifici. Il menu, quindi, varia a seconda della stagione, ogni verdura è diversa dall’altra perché tutto è all’insegna della biodiversità.

La filosofia di Carlo Cracco non si discosta da quella dell’amico d’oltralpe. Sua l’idea di aprire un ristorante didattico nel Parco del Ticino, a Villa Terzaghi, in cui gli allievi imparano a valorizzare i prodotti di filiera di questa oasi protetta che costituisce un tesoro di biodiversità a pochi passi da Milano.

Da Milano alla Svizzera il passo è breve sfruttando i collegamenti Eurocity e tutta la rete capillare dei trasporti pubblici...  Ad agosto Michelle Hunziker esplorerà due regioni, il Ticino e la Regione del Lago di Lucerna, viaggiando sul Gotthard Panorama Express, un percorso panoramico che prevede una tappa in treno da Lugano a Flüelen lungo la vecchia tratta del Gottardo e una tappa in battello da Flüelen a Lucerna, sull’omonimo lago. 
“Sono molto curiosa di partire. Sempre impegnata con mille progetti non ho ancora avuto modo di provare tutti i trenini panoramici. Sarà una scoperta anche per me”. 
Le esperienze in Ticino e a Lucerna seguono naturalmente la filosofia della Swisstainable. Michelle farà un salto nel Mendrisiotto, la zona poco oltre confine, costellata di vigneti e da piccoli borghi. La sua icona è il Fiore di Pietra, disegnato da Mario Botta, che svetta sulla cima del Monte Generoso. Raggiungibile naturalmente con l’immancabile ferrovia a cremagliera. A Lugano toccherà l’anima verde di questa cittadina che offre tantissime esperienze sul lago e sui “monti” di casa. Un po’ di storia a Bellinzona con i castelli viscontei, patrimonio Unesco.

Finito il tour ticinese, si prende il treno con ampie vetrate panoramiche in direzione Flüelen. Lasciata Bellinzona, il paesaggio si trasforma man mano che ci si avvicina alla zona del Gottardo: dalla macchia mediterranea ai pascoli punteggiati di rocce. Sbucati nella parte nord del tunnel del Gottardo, si comincia a scendere verso Flüelen. Il viaggio in battello conduce ad ammirare i luoghi simbolo della Svizzera: la cappella di Tell e la roccia di Tell, il prato del Rütli dove i primi cantoni fecero il giuramento che sancì la nascita della Confederazione nel 1291 e lo Schillerstein, monumento in roccia dedicato a Schiller. A Lucerna ci si immerge nella città della musica, delle chiese e delle piazze con gli edifici decorati. Un tuffo nel passato ma con uno sguardo alla contemporaneità testimoniata dall’auditorium KKL, disegnato da Jean Nouvel. Una chicca imperdibile è il Museo dei Trasporti, un enorme parco tematico che raccoglie una collezione di locomotive, imbarcazioni, velivoli, bici che testimoniano l’avventura della mobilità. Qui Michelle si cimenterà con The Edge, un’arrampicata virtuale sul Cervino. Un’esperienza davvero incredibile! E, meteo permettendo, ci sarà poi il tempo per un bagno al lago e un aperitivo nel romantico Seebadi, il bagno cittadino in stile Bell’Epoque.

St. Moritz in chiave estiva e poi Andermatt in chiave invernale sottolineano come sia possibile coniugare una vacanza lussuosa con il rispetto del territorio. St. Moritz da anni è impegnata nell’utilizzo di energia rinnovabile, dal geotermico per riscaldare gli hotel al fotovoltaico per gli impianti di risalita. I suoi 5 stelle invitano a consumare piatti regionali e propongono esperienze a contatto con la natura. Michelle Hunziker ne proverà alcune come lo Yoga, il Paddle e un itinerario in mountain-bike con degustazione. Il viaggio ad Andermatt è programmato per il prossimo inverno. Non può mancare un’esperienza sugli sci in questo comprensorio ai piedi del Gottardo dove si può prendere perfino un treno per raggiungere le piste. Anche Andermatt promuove un turismo sostenibile con tante iniziative concrete. Gli impianti di risalita sfruttano l’energia eolica ed idroelettrica. Tutti i ristoranti sono “plastic-free” ed è stato inventato un sistema per conservare la neve d’estate. 
“Non vedo l’ora di partire e di raccontare le tantissime esperienze che si possono fare in Svizzera” dichiara entusiasta Michelle Hunziker. “Con l’aiuto di Michelle partiremo alla conquista del cuore degli italiani” afferma la direttrice.

Svizzera Turismo. Switzerland Tourism
Via Palestro 2, 20121 Milano

N. verde: 00800 100 200 30 (non eliminare “00” iniziale) 
www.svizzera.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Social Media:
Instagram: myswitzerlandIT 
Twitter: @myswitzerland_i  
Facebook: myswitzerlandIT 
#HoBisognodiSvizzera

 

Zurigo, destinazione balneare con vista sulle Alpi

Per godersi un’estate “a mollo” fatta di tuffi, sole, aperitivi e cene all’aperto bisogna andare al mare. Sbagliato! Durante l’estate, Zurigo si trasforma in un parco acquatico urbano che offre all’incirca 30 lidi (“Badis”) lungo il lago o sul fiume oltre a circa 20 piscine all’aperto. Poche città al mondo offrono una densità così vasta di aree balneabili, nonostante l’assenza del mare nella città elvetica. A Zurigo si può nuotare nel lago con una vista spettacolare sulle Alpi oppure nel fiume Limmat, attraversando la città con una vista magnifica del centro. In estate la temperatura dell’acqua si aggira attorno ai 21°C.
Al calare della sera, diverse zone dedicate alla balneazione lungo il lago e il fiume si trasformano in locali, chiamati “Badi-Bars” dagli zurighesi, dove si dà vita a concerti, letture e proiezioni di film. Il “mood” estivo zurighese prevede, incluso nel pacchetto, cocktail alla mano, piedi nudi immersi nelle rinfrescanti acque del fiume o del lago e una leggera brezza tra i capelli. 
Ecco alcuni consigli per la vostra vacanza sulla “costa” zurighese.
Il Frauenbad Stadthausquai di giorno è riservato alle donne ma di sera si trasforma nel popolare Barfussbar, locale aperto a tutti che ospita concerti dal vivo. Chi sa il tedesco l’avrà già capito (“barfuss” significa scalzo): qui è vietato indossare scarpe.  La struttura in legno più antica della città fu costruita nel 1837 come piccolo “bagno per signore”.
Seebad Enge propone uno stabilimento misto e uno stabilimento per sole donne. Gli ospiti possono godere di una splendida vista che spazia sino alle Alpi. L’offerta prevede anche una sauna, lezioni di yoga e corsi di SUP. Di sera, anche questa struttura si trasforma in un bar con musica dal vivo, letture o poetry slam.
Una chicca da non perdere a Zurigo è quella di poter nuotare negli stabilimenti fluviali: qui, i nuotatori più allenati possono abbandonarsi alla corrente, per esempio nel cuore della città, nel canale lungo 400 metri dello stabilimento Oberer Letten, oppure più avanti, all’Unterer Letten. A pochi minuti in direzione ovest, sulla Werdinsel, si trova poi lo stabilimento Au-Höngg, circondato da alberi che regalano ombra molto gradita. Qui il pubblico è molto vario: si incontrano giovani e anziani, turisti e uomini d’affari. Inoltre, all’Urban Surf, si può sperimentare il Surf al centro della città.
Per godersi appieno l’estate zurighese è d’obbligo una sosta in una delle diverse terrazze per il cosiddetto “apéro”.
Il Frau Gerolds Garten è il più famoso giardino urbano nel cuore di Zürich-West, una sorta di “mercato metropolitano” con prodotti locali e bio, dalla birra al vino per finire con gli stuzzichini. The Nest invece è un moderno Rooftop-bar sul tetto dell’hotel Storchen con vista magnifica sul fiume e le pittoresche chiese del centro storico. Se siete in cerca di qualcosa più “cool” il Secret Island è un locale Pop up estivo ispirato a Ibiza e Mykonos, il luogo ideale per festeggiare l’estate sulle rive del lago, con eventi di musica live (DJ e concerti), una piccola piscina e food trucks. Se cercate qualcosa di più tranquillo La Muna è una terrazza sul tetto dell’hotel La Reserve Eden au Lac con vista magnifica sulla città e sul lago di Zurigo. In centro, situato vicino alla Paradeplatz, nel bellissimo cortile interno di un edificio del centro cittadino, il Milchbar è un luogo di delizie dove si servono caffè, succhi freschi, delicatezze e vini selezionati mentre il Fischers Fritz, sulle rive del lago, è una location molto amata dalla popolazione locale, soprattutto per l’offerta unica del cosiddetto “Sushi-zurighese”, fatti con pescato fresco del lago di Zurigo.
Zurigo vi aspetta per una vacanza all’aria aperta e i piedi a mollo, con l’offerta imperdibile “Zurigo Weeks”. Tra il 1° giugno e il 31 agosto 2021 infatti i prezzi degli hotel nelle categorie Eco, Medium, Premium e Luxury saranno ad un prezzo speciale. Un esempio? 4 notti in camera doppia a partire da 499 CHF.
Per quanto riguarda la situazione legata alla pandemia da Covid19, non ci sono limitazioni in atto per l’entrata sul territorio svizzero da parte di cittadini italiani, mentre per quanto riguarda il rientro in Italia dalla Svizzera consigliamo di rimanere aggiornati consultando il sito www.esteri.it/

Per info su provvedimenti e ordinanze in svizzera: https://bit.ly/2UtGXUB

Zurigo
Al centro dell’Europa e della Svizzera, affacciata sull’omonimo lago, attraversata dal fiume Limmat e attorniata dalle Alpi, Zurigo propone un’offerta unica che coniuga più di 50 musei, oltre 100 gallerie d’arte, boutique di prestigio di stilisti internazionali e zurighesi, numerosi ristoranti e locali trendy in particolare nei vecchi quartieri industriali riconvertiti, intensa vita notturna, avvenimenti per adulti e bambini. Una delle città con la miglior qualità della vita al mondo, Zurigo si raggiunge da Milano in sole 3 ore e mezzo di treno e un’ora d’aereo.

A tutto Müller lungo la strada del vino e dei sapori 

Degustazioni a palazzo, speciali aperitivi, visite in vigneto e in cantina, menù a tema e molto altro. Protagonista assoluto, il Müller Thurgau. In attesa della rassegna “Müller Thurgau: Vino di Montagna”, in programma a fine luglio in Valle di Cembra, con A tutto Müller (www.tastetrentino.it/atuttomueller) la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino accende, come consueto, i riflettori su questo vitigno così rappresentativo nel panorama vitivinicolo trentino, visto che, occupando il 10% della superficie vitata totale, è la terza varietà più coltivata a livello provinciale.
25 iniziative, tra degustazioni a palazzo, speciali aperitivi, visite in vigneto e in cantina, menù a tema e molto altro, per oltre una cinquantina di soci coinvolti, che dall’1 all’11 luglio avranno luogo su tutto il territorio di riferimento dell’Associazione, dalla Valsugana alle Giudicarie, dalla Vallagarina all’Altopiano di Pinè, dal Lago di Garda alla Valle di Cembra, dalla Piana Rotaliana alla Valle di Ledro, passando per la città di Trento.
Il via con la Proposta Roccabruna Speciale Müller (link): nei weekend dall’1 al 3 luglio e dall’8 al 10 luglio, dalle 17.00 alle 22.00, Palazzo Roccabruna - Enoteca Provinciale del Trentino renderà il Müller, declinato in vino e in grappa, protagonista principale delle proprie degustazioni. Inoltre, giovedì martedì 6 luglio, ore 20.00, si svolgerà Oggi si scopre il Müller (link), un momento di approfondimento a cura di ONAV - sezione Trento, con degustazione di 10 etichette - tra cui quelle Azienda Agricola Pojer e Sandri, Borgo dei Posseri, Cantina La Vis, Cantina Mori Colli Zugna, Cantina Toblino, Cembra cantina di montagna,  Villa Corniole, Vivallis e Zanotelli- provenienti dal Trentino.
In tema di Esperienze di gusto, proposte da vivere in giornata, durante entrambi i fine settimana, ovvero dal 3 al 4 e dal 10 all’11 luglio, vi sarà la possibilità di partecipare a Weekend in cantina speciale Müller (link), dove una selezione di cantine e aziende agricole apriranno le loro porte per visite e degustazioni guidate dedicate. In particolare, di sabato l’appuntamento è da Azienda Agricola Casimiro (Vallelaghi), Azienda Agricola Zanini Luigi (Mezzolombardo), Agraria Riva del Garda (Riva del Garda), Cantina d’Isera (Isera), Cantina La Vis (Lavis), Villa Corniole (Giovo), Vivallis (Nogaredo), oltre che da Azienda Agricola Donati Marco (Mezzocorona), Cantina Endrizzi (San Michele all’Adige), Cembra cantina di montagna (Cembra Lisignago), aperte anche nella giornata di domenica.
Inoltre, dall’1 all’11 luglio si potrà intraprendere Taste&Walk tra porfido e vigneti (link) e Il Müller Thurgau e la Valle di Cembra (link), percorsi a tappe alla scoperta del lato enogastronomico del territorio da vivere in totale autonomia grazie alle indicazioni fornite dalla Strada del Vino e dei Sapori del Trentino. Nel primo caso la giornata prende il via alle 9.30 a Cembra per scoprirne il centro e visitare un produttore di vino, partecipando ad una degustazione. Seguirà la possibilità di ritirare una proposta food presso una gastronomia locale e godersi il pranzo in formula pic-nic tra i vigneti di un agriturismo immerso nel verde. Al termine, visita in acetaia e rientro a Cembra. Nel secondo caso, il mezzo è la bici: si parte da Lavis e, dopo un goloso pit stop presso un bar/pasticceria, si pedala alla volta della Valle di Cembra, passando dalla Strada del Vino (SP 131), dove ci si potrà soffermare per una visita guidata in cantina con degustazione. Previsto il pranzo, presso una trattoria, al termine del quale si procederà verso Verla di Giovo dove accedere ad una nuova visita in cantina con tasting, per poi rientrare.
In tema di iniziative dei soci, il Green Grill-Info & Sapori di Altavalle aspetta tutti gli appassionati dall’1 all’11 luglio per Müller&Aperigreen (link), aperitivo con i vini di Azienda Agricola Pojer e Sandri , Cembra cantina di montagna , Villa Corniole e Zanotelli in abbinata ai salumi di Macelleria Zanotelli, e la grappa di Müller a dolci bocconcini.
Dolcemente Marzari di Trento dà invece l’appuntamento tutti i giorni per Dolcemente Müller (link), ovvero sfiziosi aperitivi o dolci golosità in abbinamento al Müller Thurgau e alla grappa di Müller Thurgau di Azienda Agricola Pojer e Sandri.
Cantina La Vis a Lavis aspetta invece i foodlovers giovedì 1 e giovedì 8 luglio, alle ore 17.00, per Sfumature di Müller Thurgau (link), degustazione guidata di tre produzioni aziendali, per imparare a cogliere le differenze di espressione. Analogo appuntamento a Cembra, presso Cembra cantina di montagna, con Declinazioni di Müller Thurgau (link): anche in questo caso, verrà proposto un confronto tra le tre produzioni aziendali. E ancora, presso la Cantina Sociale di Trento, dall’1 al 3 luglio e dal 5 al 10 luglio è prevista Il Müller in enoteca (link), degustazione guidata di 1339 Müller Thurgau Biologico abbinata ad altro prestigioso vino del territorio, accompagnata dai grissini artigianali di Panificio Sosi.
Dall’1 al 3 e dal 5 al 10 luglio aperitivo speciale anche a Riva del Garda con Un Müller “vista lago” (link), con il vino di Agraria di Riva del Garda proposto in abbinamento a speciali finger food.Solo per martedì 6 luglio, invece, la Locanda 2 Camini di Baselga di Pinè proporrà un corso di cucina dedicato con Golosità e Müller Thurgau (link), grazie alla collaborazione con Cantina Roverè della Luna Aichholz, Gaierhof e Villa Corniole.
Giovedì 8 luglio, invece, la serata speciale è, a partire dalle 18.30, allo Scrigno del Duomo di Trento, con Abbinando un Müller “di quota” (link), in cui un piatto del ristorante troverà il connubio perfetto con il Müller Thurgau Zeveri di Cavit.
Venerdì 9 luglio, dalle 11.00 alle 12.30, l’A. Folletto di Ledro presenta Müller Fortificato (link), l’insolito incontro tra il Müller Thurgau di Agraria Riva del Garda e il proprio Vermut nato da questo prodotto, abbinati ad altri prodotti del territorio come i salumi di Macelleria Cis Massimo e delle specialità di Best Ledro Camping.
Non mancano, inoltre, i menù a tema. Per tutta la durata della rassegna sono infatti in programma speciali abbinamenti tra le pietanze di selezionati ristoranti dell’Associazione e i Müller Thurgau delle aziende del territorio. Nella città di Trento l’appuntamento è presso Il Libertino – Osteria Tipica con Gusti alpini (link), dove i piatti sono proposti in abbinata al vino di Cantina Sociale di Trento; l’Osteria a “Le due Spade” con La proposta di mezzodì (link) , che vede protagonista il vino di Azienda Agricola Pojer e Sandri; l’Antica Trattoria Due Mori con A tavola col Müller (link) e il vino di Azienda Agricola Donati Marco e il Ristorante al Vò con Müller e sapori di montagna (link) e i vini di Cantina La Vis.
Fuori dal capoluogo, la Locanda delle Tre Chiavi di Isera presenta Tre chiavi di lettura di Müller (link), con i propri piatti in abbinata ai vini di Borgo dei Posseri, Società Agricola Pelz e Vivallis; l’Osteria Cà dei Giosi di Covelo di Vallelaghi Müller in osteria (link), con i vini di Azienda Agricola Casimiro; il Ristorante La Contea di Borgo Lares Il Müller in contea (link), con i vini di Azienda Agricola Pojer e Sandri, Cavit, Gaierhof Azienda Vinicola, Cantina Toblino e Agraria Riva del Garda. E infine, tre proposte vacanza: Scoprendo il Müller (link), che comprende due notti a Maso Besleri di Cembra Lisignago, comprensive di visita guidata e degustazione presso l’Azienda Agricola Poler e Sandri, passeggiata libera nei vigneti e tour dell’acetaia; Weekend tra Müller Thurgau e Sapori Locali (link), con pacchetto da due notti al B&B Alla Loggia dell’Imperatore di Levico Terme alla scoperta di A tutto Müller e del Müller Thurgau di Cavit; Il Müller in Vallagarina (link) , con due notti al B&B Le Tre Chiavi di Isera e il focus sul Müller Thurgau di Cantina d’Isera.
La rassegna A tutto Müller, fa parte del calendario di manifestazioni enologiche provinciali denominato #trentinowinefest ed è organizzata dalla Strada del Vino e dei Sapori del Trentino con il supporto de La Trentina, presente con le proprie mele in alcune delle iniziative in programma, e di Bontadi Caffè.

tastetrentino.it/atuttomueller

A Milano apre “The Grace Club”

Milano si regala una nuova location che unisce tutte le sue grandi passioni: dalle vibrazioni della miglior musica elettronica mondiale alla cucina gourmand, dallo stile cosmopolita, elegante e moderno che contraddistingue la città fino ai numerosi appuntamenti a sfondo culturale e di trend-scouting dedicati all’aggregazione e all’intrattenimento.

Aprono le porte del The Grace Club, nuovo lounge club situato alla base del complesso storico di Via Messina 38  formato dalle iconiche torri bianche della B-Ticino, costruite nei primi anni ’90 e oggi parte integrante dello skyline meneghino.

La riqualificazione del landmark architettonico milanese passa anche dalla completa riconfigurazione degli spazi del The Grace Club, integralmente rivisitati e riformulati nel design e nella filosofia, per creare un’ambientazione sofisticata e contemporanea che pur fondendosi con il tessuto urbano circostante abbraccia lo spirito e le atmosfere di un’oasi esclusiva.

Tra i contenuti di spicco del The Grace Club, il nuovo ristorante con menu à la carte orchestrato dallo chef stellato Tommaso Arrigoni, l’impatto scenografico dei wallpaper creati da TOILETPAPER per Londonart - brand leader a livello mondiale nel settore delle carte da parati esclusive, fondato nel 2011 da Nicola Bottegal e considerato uno dei riferimenti più prestigiosi e riconoscibili nel mondo del design - e la selezione musicale curata dal resident DJ Alex Penzavalli, producer e DJ già noto internazionalmente per i suoi set EDM e Progressive e per il brano “Electro Sound”, premiato dal Ministry of Sound di Londra. 

Nei mesi di giugno e luglio, dal martedì alla domenica, The Grace Club propone, oltre agli appuntamenti continuativi, nuovi format alternativi tra cui la serata Ibiza Sunset del mercoledì, con il guest DJ Giovanni Agosti, e gli eventi del giovedi in collaborazione con D.Wine, il primo after-work itinerante d'Italia dedicato al mondo del vino che coniuga intrattenimento ed enologia. Il prossimo appuntamento in calendario è fissato per giovedi 1 Luglio.

Per la durata degli Europei di Calcio sarà poi possibile assistere alle partite della nazionale italiana, proiettate su maxi schermi allestiti nella terrazza esterna del club. Il prossimo appuntamento è previsto per gli ottavi di finale, sabato 26 giugno. Dato il successo degli appuntamenti precedenti anche in questo caso è fortemente raccomandata la prenotazione.

“Aria di san Daniele pic nic”

Un’esclusiva esperienza in ville e dimore storiche in 4 tappe: Torino, Firenze, Roma e Napoli. Il nuovo tour tra gusto e cultura del Consorzio del Prosciutto di San Daniele, al via dal 16 luglio. Un pic-nic in una prestigiosa location storica, gustando prodotti e cibi di prima qualità Made in Italy. Il Consorzio del Prosciutto di San Daniele presenta “Aria di San Daniele Pic-Nic”, un tour tra gusto e cultura in 4 tappe per celebrare la ripresa delle attività e della convivialità, e dare rilievo alla narrazione del Prosciutto di San Daniele, alle sue peculiarità e al rapporto coi milioni di consumatori in Italia e nel mondo. A fare da suggestivo scenario all’iniziativa ci saranno i parchi e i giardini botanici di quattro dimore storiche: il Castello di Collegno a Torino, Villa Monteverdi a Firenze, Villa dei Cesari a Roma e la Terra degli Aranci a Napoli. I partecipanti riceveranno un cestino per due persone dentro al quale troveranno prodotti tipici del territorio, bevande e una degustazione di Prosciutto di San Daniele. Ogni partecipante avrà un plaid riservato, posizionato in modo da garantire un adeguato distanziamento interpersonale. Il primo evento “Aria di San Daniele pic-nic” si terrà il 16 luglio presso l’esclusivo Castello di Collegno, situato all’interno di un parco secolare alle porte di Torino, a partire dalle ore 18.30. Il secondo appuntamento è programmato per il 22 luglio nei giardini di Villa Monteverdi, a Firenze, una struttura del Quattrocento immersa nel verde di un parco storico del capoluogo toscano. La terza tappa è in programma il 16 settembre nella Villa dei Cesari, dimora che si trova all’interno del parco archeologico dell’Appia Antica, a pochi minuti dal centro di Roma e dall’Aventino. Infine, l’ultima tappa avrà luogo il 23 settembre a Napoli, nella Terra degli Aranci, una tenuta tra le colline del Vomero e di Posillipo, che si caratterizza per la vastità dei suoi spazi all’aperto. Con la ripresa delle attività il Consorzio avvia un’iniziativa diffusa sul territorio per riprendere la narrazione e conoscenza del Prosciutto di San Daniele, delle sue peculiarità e delle sue straordinarie qualità. Si tratta di un’importante occasione per riprendere il contatto con i nostri consumatori nelle occasioni di convivialità che da sempre il Prosciutto di San Daniele rappresenta. Gli eventi sono a numero chiuso e gli ospiti potranno partecipare solo tramite prenotazione online attraverso il sito esperienza.com/ariadisandanielepicnic/.

“Robiola di Roccaverano D.O.P.”: il gusto dell’Amicizia il sapore della Festa

Palingenesi di un evento? E perché no!?!? Rinascita, rigenerazione, rinnovamento di una festa che compie il suo 20esimo compleanno. La Fiera Carrettesca, Festa della Robiola di Roccaverano D.O.P. vide la luce 21 anni fa ma, per ovvi motivi di pandemia, lo scorso anno non è andata in scena. Sarà dunque ancora più festa questo 18 luglio, con le dovute precauzioni certo, ma comunque un momento da non perdere per ritrovare tanti amici. Si, gli amici, ovvero tutti quegli estimatori che in oltre un anno di tempo hanno supportato la Robiola di Roccaverano D.O.P. con affetto, comprensione e acquisti.
Siete tutti invitati a partecipare perché, anche con le misure restrittive, non mancheranno sorprese e piacevoli attimi ricchi di buoni sapori. Nella cornice dell’incantevole borgo di Roccaverano, il più alto della Langa Astigiana, troverete i prodotti tipici di Langa e del Monferrato, tutti i produttori di Robiole con i loro formaggi e le specialità del Progetto Rob-In.
Vini, farine, dolci, zafferano, formaggi, salumi, miele e tanto altro in degustazione per il pubblico. E poi il concorso ONAF per decretare la Robiola migliore e il piatto, proprio con la Robiola come ingrediente, preparato dalla Pro Loco. Ci sarà la semplicità e la voglia di stare insieme e, importante, una bellissima novità.
A differenza degli altri anni della festa durante i quali è stato nominato un Cavaliere della Robiola, Edoardo Raspelli e Tessa Gelisio nelle ultime due edizioni, per questa 20esima Fiera/Festa ci sarà una postazione che i sostenitori del nostro formaggio potranno raggiungere e proporsi come Cavaliere. In poche parole il vero, o meglio i veri, Cavalieri della Robiola saranno i consumatori. Basterà farsi scattare una fotografia da un addetto e partecipare al contest. Non solo, sempre dal 18 luglio sulle pagine social del Consorzio di tutela della Robiola, Facebook e Instagram, si potrà utilizzare una particolare mascherina con la quale personalizzare la propria fotografia e postarla sulle stesse pagine. Pertanto anche chi non potrà godersi la festa dal vivo potrà comunque diventare Cavaliere della Robiola. Entro fine anno ci sarà così una teca con le nomine investiture.
Con questa iniziativa i produttori del celebre formaggio desiderano fortemente mettere in evidenza le persone che li hanno aiutati durante il lockdown, che amano oggi come ieri e che continueranno domani ad apprezzare il loro formaggio caprino.
Abbiamo voglia di festa ma soprattutto di condividerla con voi. D'altronde l’Italia è il paese che a cavallo tra gli anni 50 e 60 aveva più feste infrasettimanali, ce ne siamo inventate di ogni genere, mamma, papà, innamorati, e allora diciamolo chiaramente che a noi fare festa piace: così come piace la Robiola di Roccaverano D.O.P. deliziosamente saporita e delicata.
Non ci dilunghiamo oltre, vi aspettiamo il 18 luglio a Roccaverano. Grazie al Comune e alla Pro Loco di Roccaverano, all’Unione Montana e alla stampa che ancora una volta ci darà voce. Sarà una grande festa dedicata all’amicizia.

(Fabrizio Salce)

“Piacere Modena”: Non solo motori e musica per la terza edizione 

Dall'1 al 4 Luglio a Modena, cibo protagonista con degustazioni, incontri con le scuole, mestieri del gusto ed un convegno dedicato alla sostenibilità.
“Piacere Modena”, con le sue eccellenze, sarà protagonista dal 1 al 4 Luglio del Motor Valley Fest, terza edizione dell’evento dedicato al buon cibo e alle grandi firme dell’automotive, i due asset principali che contribuiscono quotidianamente a costruire e valorizzare l’immagine della città di ella Ghirlandina nel mondo. Ci sarà con la presenza ad un convegno ma anche con una postazione strategica, in Largo Sant’Agostino, all’ingresso del percorso della manifestazione.
“Grazie alle eccellenze che rappresentano Modena in tutto il mondo e alle utili sinergie che si sono create nel tempo tra il tessuto imprenditoriale del territorio e le istituzioni – afferma il Presidente di Piacere Modena Enrico Corsini - nel corso degli anni si è assistito ad un importante sviluppo socio-economico ed ogni occasione propedeutica alla sua promozione è una vetrina imprescindibile.Motor Valley Fest è una di queste e quest’anno si veste di un significato doppiamente importante. Sarà infatti il primo evento pubblico in presenza dopo il lungo periodo di sospensione a causa della pandemia e dunque porta con se tutto il sapore della rinascita”. 
Toccherà proprio alle eccellenze agroalimentari modenesi aprire il Motor Valley Fest giovedì 1 luglio, con un aperitivo – degustazione firmato Piacere Modena, così come anche il brunch di venerdì 2 luglio, che farà idealmente da apripista al convegno organizzato da Piacere Modena e UniMoRe con il sostegno di BPER Banca nella Sala Panini della Camera di Commercio di Modena a partire dalle 15.  Convegno che sarà dedicato ad “Agricoltura e Motori. Sostenibilità e tecnologia innovativa al servizio del futuro.” e a condurlo sarà il giornalista Claudio Ferri. Due le sessioni di lavoro: Piacere Modena sarà protagonista della prima, dalle 15 alle 16, avente come titolo “Nuove tecnologie a supporto della sostenibilità nel settore agroalimentare”. Tra gli interventi in programma, oltre al saluto del Presidente Enrico Corsini – a cui sono affidate altresì le conclusioni – anche quello dell’Assessore all’Agricoltura e Alimentare, Caccia e Pesca della Regione Emilia Romagna Alessio Mammi, chiamato ad esporre progetti ed attività della Regione a sostegno delle implementazioni tecnologiche del comparto agricolo del territorio, del Presidente della Camera di Commercio di Modena Giuseppe Molinari con un focus su Smart innovative research to support food quality - Laboratorio di spettrometria di massa presso il Centro Interdipartimentale Grandi Strumenti di UNIMORE e del Responsabile Servizio Produzione Primaria del Consorzio Parmigiano Reggiano Marco Nocetti a proposito di innovazione sostenibile per le stalle del Parmigiano Reggiano.
Nella seconda sessione, curata da UniMoRe e avente come titolo “Innovazioni tecnologiche e nuove competenze per l’agricoltura sostenibile, insieme alla Dirigente Scolastica dell’IIS Spallanzani di Castelfranco Emilia Maura Zini e ai docenti universitari Enrico Francia, Luca Marcheselli, Laura Maistrello ed Elisa Martinelli, l’obiettivo sarà invece evidenziare l’imprescindibile ruolo della ricerca e dell’innovazione nonché della formazione per orientare ed accompagnare l’agricoltura verso caratteri di sostenibilità sempre più avanzati.
Venerdì 2 luglio formazione in primo piano nell’arco di tutta la giornata, con una serie di incontri dedicati alle scuole del territorio ed in particolare all’Istituto d’Arte Venturi di Modena (ore 11), al centro di formazione Il Nazareno di Carpi (ore 15) e l’IIS Spallanzani di Castelfranco Emilia (16.30). 
Oltre che con il convegno Piacere Modena sarà comunque presente fisicamente nell’evento con propri spazi e attività organizzate per aree tematiche, in cui sarà dato grande spazio ai mestieri del gusto, con la presentazione a cura dei rispettivi Consorzi dei prodotti simbolo del territorio, ovvero Aceto Balsamico di Modena IGP (2 luglio ore 18.30), Parmigiano Reggiano (3 luglio ore 12), Ciliegia di Vignola IGP (3 luglio ore 14.30), Prosciutto di Modena DOP (3 luglio ore 16), Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP (3 luglio ore 18), Zampone e Cotechino di Modena IGP (4 luglio ore 11) e Lambrusco di Modena DOC (4 luglio ore 14). 
Gusto in primo piano anche con i panini di Daniele Reponi e le sue originali ricette che sublimano i prodotti modenesi (venerdì 2 e sabato 3 ore 20), con il museo del cibo MuSa dedicato alla tradizione e artigianalità della salumeria italiana (sabato 3 ore 11) o il pranzo della domenica con la lezione su come fare i tortellini a cura dell' Associazione Maestre Sfogline e dall'Associazione La San Nicola di Castelfranco Emilia (domenica 4 ore 12.30). 
Non mancheranno musica ed intrattenimento con gli after hours di Motori sotto le stelle, accompagnati da cocktail show a base di lambrusco e gustosi drink venerdì 2 e sabato 3 dalle 21.30 rispettivamente con lo spettacolo musicale e teatrale “Quando passa Nuvolari” dedicato ai motori e “Robby e Elvis”, con cibo, motori e musica in primo piano. 
Chiusura in bellezza domenica 4 luglio dalle 16.30, con il Gran Finale insieme al Consorzio Modena a Tavola.

 

 

Gelato con panettone e caramello di Chef Matteo Grandi

Ti avanza qualche fetta di panettone, di colomba pasquale o di Veneziana e cerchi nuove idee? Questa ricetta fa al caso tuo: ti serve solo del gelato al latte e zucchero caramellato.

La ricetta del panettone con gelato di Matteo Grandi, chef del ristorante Matteo Grandi in Basilica, è una simpatica alternativa al più comune panettone farcito con gelato, un dolce semplice e veloce da preparare per una cenetta estiva con gli amici quando vuoi stupirli e non sai cosa cucinare!

Ingredienti

per 1 persona:

Panettone classico Loison

Zucchero

Burro

Gelato al latte

Procedimento

Versare lo zucchero nel padellino e quando si sarà sciolto unire una noce di burro.

Appena il colore comincia a brunire rosolare le fettine di panettone, un lato alla volta.

Impiattamento

Adagiate le fettine di panettone una sull’altra e unite al centro una quenelle di gelato al latte.

Buon appetito!

 

www.insolitopanettone.com

Massimo Bottura presenta il suo “Cavallino”

Ferrari inaugura un nuovo capitolo del ristorante Cavallino dando nuova luce alla location storica di via Abetone Inferiore, di fronte all'ingresso dello stabilimento di Maranello, grazie alla collaborazione con Massimo Bottura e l'architetto India Mahdavi.
Ulteriore espressione della passione e dell’eccellenza del brand, questo luogo custodisce ancora oggi, tra le sue mura originarie, le emozioni, i successi e i ricordi che hanno segnato la storia della Ferrari, evocando le origini stesse dell'azienda e lo spirito pionieristico del fondatore Enzo Ferrari.
Il Cavallino è un protagonista e un simbolo integrante della leggenda Ferrari fin dal 1942, qui Enzo Ferrari riceveva a pranzo i suoi collaboratori, i clienti e gli amici più stretti nella sala privata dove amava guardare il Gran Premio.
La rilettura contemporanea di questo spazio riporta in prima linea l’iconicità e l'autenticità di un luogo della leggenda di Maranello. Il Cavallino abbraccia una visione di ospitalità per offrire a tutti la possibilità di entrare nell'universo Ferrari, di respirare le stesse atmosfere e gli stessi ideali che nel corso di quasi 75 anni hanno guidato il fondatore e tutti coloro che hanno contribuito attivamente alla costruzione della leggenda. Allo stesso modo offre la visione di Massimo Bottura della tradizione italiana vista in chiave contemporanea e non nostalgica.
Anche nella sua nuova concezione, il Cavallino continua a preservare ed esaltare lo spirito e le caratteristiche distintive del suo territorio di origine. La modenesità e il senso di appartenenza e partecipazione saranno percepibili attraverso ogni ambiente, ogni piatto e ogni elemento di un progetto inclusivo che riflette il perfezionismo e la cura espressa dal lavoro di Ferrari e del team Francescana in un'ospitalità confortevole e accessibile.
Massimo Bottura descrive il Cavallino come “una nuova prospettiva e un nuovo modo di far vivere la cucina modenese”. Al Cavallino la tradizione è protagonista, la storia e l'identità del territorio sono riviste in chiave contemporanea, per esaltare il meglio del passato nei sapori del presente e del futuro. “E’ una cucina buona, sana, con una storia dietro ogni piatto; è una cucina a cui non si può dire di no.”
Lo spazio è stato integralmente ristrutturato e riprogettato dall’architetto, designer e scenografa India Mahdavi, invitata a rivitalizzare l’identità del luogo, il suo design, l’architettura degli interni e il giardino, in un equilibrio di comfort e gusto che celebra e valorizza lo stile di vita italiano. Nella vecchia casa colonica, con una nuova facciata rossa, India Mahdavi ha giocato con il tradizionale vocabolario decorativo della trattoria italiana e di tutti i suoi codici architettonici ispirandosi al mondo Ferrari, al suo spirito di conquista e alla sua audacia, con giocosa eleganza.

Il ristorante sarà aperto al pubblico a partire da martedì 15 giugno, è possibile riservare un tavolo on line sul sito: www.ristorantecavallino.com

So di Buono

Mi presento:

mi chiamo So di Buono e sono la nuovissima bevanda vegetale di Almaverde Bio.
Ho un gusto DELICATO e NATURALE proprio COME PIACE A TE!
Contengo Avena e Mandorle italiane. Sono perfetta per tutta la famiglia!
Mettimi alla prova, vedrai che schiuma per il tuo cappuccino!
Provami anche nelle tue ricette dolci o salate!! ?
Cosa aspetti?

So Di Buono - Bevanda Vegetale 750ml | Biologica2.99 €   2,69 €
Acquistala Subito
Su Almaverde Bio Shop per ogni ordine superiore a €39 la spedizione è sempre gratuita!

La forza di un marchio
Almaverde Bio Italia è un consorzio di produttori italiani nato nel 2000 da un sogno e da una scelta: ritrovare un rapporto più naturale ed evoluto tra l’uomo e la terra e portare i frutti di questo impegno sulle tavole degli italiani, sotto forma di cibo più sano, sicuro e buono. Almaverde Bio Ambiente SpA, è una delle 10 imprese dell'agroalimentare italiano con una comprovata esperienza nel settore biologico, nata per gestire la distribuzione di alimenti biologici della categoria ‘ambiente’ – che non hanno bisogno di temperatura controllata - in sinergia con i prodotti freschi della grande tradizione Almaverde Bio. Con un assortimento completo di alimenti biologici, Almaverde Bio Ambiente copre in modo efficace tutti i settori merceologici.
La forza di un marchio - Almaverde Bio Ambiente 
L’anima ce l’aveva già suggerito e l’intelligenza ce lo conferma: l’ambiente è un sistema interconnesso, dove ogni scelta ha una conseguenza. Siamo i primi costruttori del nostro benessere e di quello del pianeta di cui siamo parte. Coltivare, raccogliere, trasformare e produrre secondo il biologico è un impegno di consapevolezza e responsabilità di cui siamo ogni giorno orgogliosi. Almaverde Bio produce alimenti biologici con una particolare attenzione alla ricerca e all’innovazione. Oltre a garantire gli standard di qualità e sicurezza che solo un’industria produttrice può assicurare, diamo molto valore alla formulazione di ricette equilibrate e innovative, con ingredienti di alta qualità e caratterizzate da plus salutari, come per esempio prodotti biologici che sono anche senza glutine, senza latte o privi di allergeni.

Almaverde Bio Ambiente SpA
Via Nullo Baldini 26
Alfonsine, RA 48011
Italy

Rivista mensile cartacea e Ipad - Newsletter quindicinale - Trasmissione tv - Eventi live

Tipicità e turismo enogastronomico, cucina del territorio, ristoranti e ristoratori, chef, vini e vigneron, hotellerie, itinerari turistici, trend di mercato, cultura e lifestyle.

Contatti

Degusta Srl
Via Francesco Cilea, 10
40141
Bologna (BO)
PI 03533051201
marketing@degusta.tv