Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all'installazione di qualsiasi cookie clicca sul pulsante "Scopri di più". Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie

PROSCIUTTO: IL MODENA DOP REGGE IL PASSO

PROSCIUTTO: IL MODENA DOP REGGE IL PASSO

Un gioiello del Made in Italy che dopo gli Stati Uniti ora guarda anche ad Oriente.

Prosciutto di Modena DOP, un vero gioiello della salumeria italiana, un prodotto di altissima qualità, l’unico tra i prosciutti italiani ad avere una stagionatura minima di 14 mesi, la più lunga tra tutti i prosciutti DOP italiani. Lunga anche la sua storia, che affonda le sue radici all’epoca dei Celti, che usavano salare le carni per conservarle e, dei Romani, che avevano bisogno di conservarle a lungo, nel corso delle lunghe campagne di conquista. Storia divenuta poi tradizione, frutto di gesti e saperi che sono giunti intatti sino ai giorni nostri. Oggi a fare il Modena dop sono 9 produttori consorziati, che hanno fatto della qualità il loro cavallo di battaglia, investendo parecchio in attività di promozione e valorizzazione. Forse questi i motivi alla base del successo dell’annata 2016, chiuso con una produzione stabile: 72.000 cosce avviate alla produzione, che dopo la lunga stagionatura finiranno per il 15% come preaffettato e per l’85 al banco taglio (dove a parità di qualità si può risparmiare). “Il 2016 è stato un anno con luci ed ombre” ha affermato Davide Nini, Presidente del Consorzio del Prosciutto di Modena “poiché se da un lato il mercato interno ha mostrato di essere ancora in sofferenza, dall’altro è stato un anno di grandi soddisfazioni viste le prospettive che si sono aperte sui mercati esteri. Secondo Giorgia Vitali, vicepresidente del Consorzio del Prosciutto di Modena, anche il mercato giapponese rappresenta una piazza in grado di offrire grandi prospettive: i buyer stanno già mostrando fattivamente il loro interesse”. Quindi bene USA e bene Giappone, il Modena DOP nel frattempo resta molto apprezzato in Germania, in Inghilterra e in Francia, mentre in Italia, strano a dirsi, ci sono ancora consumatori che nemmeno sanno dell’esistenza di questo prodotto. Sicuramente una campagna informativa non guasterebbe e i numeri di consumo anzichè restare stabili, limitandosi a “reggere il passo”, potrebbero alzarsi, visto che di consumatori sensibili alla qualità ce ne sono. Eccome!

Condividi sui Social

Submit to DeliciousSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Download allegati:

Rivista mensile cartacea e Ipad - Newsletter quindicinale - Trasmissione tv - Eventi live

Tipicità e turismo enogastronomico, cucina del territorio, ristoranti e ristoratori, chef, vini e vigneron, hotellerie, itinerari turistici, trend di mercato, cultura e lifestyle.

Contatti

Degusta Srl
Via Francesco Cilea, 10
40141
Bologna (BO)
PI 03533051201
marketing@degusta.tv