Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all'installazione di qualsiasi cookie clicca sul pulsante "Scopri di più". Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie

I formaggi del Piccolo Brite al simposio del Basque Culinary Centre

I formaggi del Piccolo Brite al simposio del Basque Culinary Centre

I prodotti del caseificio di Cortina d’Ampezzo a Modena il 24 luglio in occasione dell’incontro degli chef più autorevoli del mondo.

Il Piccolo Brite è la prima boutique del formaggio a Cortina d’Ampezzo (BL). Un caseificio che utilizza solo ingredienti naturali, senza l’aggiunta di prodotti chimici, tutto latte fresco, vaccino e caprino, della stalla del Brite de Larieto, dove gli animali vengono allevati come una volta.

Il Piccolo Brite fa parte del “mondo” che ruota attorno alla figura dello chef Riccardo Gaspari e della sua famiglia: oltre al caseificio a Cortina troviamo infatti l’agriturismo (affiancato dall’azienda agricola) El Brite de Larieto e l’agricucina SanBrite, un autentico esempio di amore per la cucina, per la montagna e per la tradizione.

Gaspari è figlio di contadini ampezzani, amante della semplicità dei sapori e degli alimenti sani. Il suo percorso personale e professionale è stato scandito da due momenti importanti: la conoscenza di Ludovica Rubbini, oggi sua moglie e braccio destro e di Massimo Bottura, chef dell’Osteria Francescana e vincitore della World’s 50 Best Restaurants 2018, che lo ha accolto nella sua cucina come allievo.

Lo stesso Bottura presenta l’evento 2018 del Basque Culinary Center in programma al collegio di San Carlo di Modena il 24 luglio. E Riccardo Gaspari, con il suo team, porta a Modena, in degustazione, i formaggi del Piccolo Brite. Un modo, schietto ed autentico, per far conoscere i sapori ampezzani al mondo. Il simposio, organizzato anche dal Governo Basco, con la presenza di famosi chef come Joan Roca (Spagna), Andoni Luis Aduriz (Spagna), Gastón Acurio (Perù), Dominique Crenn (USA) e Manu Buffara (Brasile) e con relatori di varie discipline, presenti per discutere di come la gastronomia sia diventata parte di un movimento sociale. Nell’occasione, terza edizione, del Basque Culinary World Prize con centomila euro in premio allo chef che abbia dimostrato di avere un impatto positivo sulla società in settori come l’innovazione gastronomica, la salute, la nutrizione, l’istruzione, l’ambiente, l’industria alimentare, lo sviluppo economico e sociale.

 

Gianfranco Leonardi

Condividi sui Social

Submit to DeliciousSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Rivista mensile cartacea e Ipad - Newsletter quindicinale - Trasmissione tv - Eventi live

Tipicità e turismo enogastronomico, cucina del territorio, ristoranti e ristoratori, chef, vini e vigneron, hotellerie, itinerari turistici, trend di mercato, cultura e lifestyle.

Contatti

Degusta Srl
Via Francesco Cilea, 10
40141
Bologna (BO)
PI 03533051201
marketing@degusta.tv