Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all'installazione di qualsiasi cookie clicca sul pulsante "Scopri di più". Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie

LE PATATE DEL QUARTIERE DEL PIAVE SONO SEMPRE PIÙ RICERCATE E VALORIZZATE

LE PATATE DEL QUARTIERE DEL PIAVE SONO SEMPRE PIÙ RICERCATE E VALORIZZATE

Le patate del Quartiere del Piave, nella Sinistra Piave, in provincia di Treviso, sono un’eccellenza di produzione locale

e come tale sta ottenendo un riconoscimento che va ben oltre i confini regionali, dentro i quali finora erano note e  commercializzate. Si distinguono per l'identità territoriale, che a esse è data soprattutto dal suolo rossastro, ricco di sostanze minerali, tra le quali il potassio e il ferro (da qui il nome locale “Ferretti”). La produzione è piuttosto limitata: su un'ottantina di ettari si coltivano 30 mila quintali di tuberi che  vengono consumati soprattutto in loco e dintorni. Da un po' di tempo, grazie anche all'azione promozionale di OPO Veneto, trovano sbocco anche in altre regioni.  “Sono patate - commenta Francesco Arrigoni, direttore di OPO Veneto - che si impongono proprio per  la valenza territoriale e quindi per la tipicità. I dati dicono che c'è una riscoperta della patata locale, che, a differenza di quella “generica internazionale”, gode di una quotazione soddisfacente”. Luciano Giotto, di Moriago della Battaglia, socio di OPO Veneto e uno dei maggiori produttori di patate del Quartiere del Piave sia per il consumo fresco che per l'industria, definisce quasi ottimale per quantità e qualità la raccolta 2017 che è da poco cominciata. L'andamento climatico è stato sostanzialmente favorevole per cui ha avuto una normale crescita e maturazione. “E' una patata che si colloca bene in questo momento - commenta Sergio Tronchin, responsabile commerciale di OPO Veneto – in particolare nel Veneto fa da ponte  tra le “novelle” ormai terminate e la grande produzione che la seguirà. Le quotazioni sono ritenute soddisfacenti”. E' dunque una patata locale, di nicchia che si apprezza soprattutto per il gusto  deciso che persiste e che non si dimentica.
La si riconosce per la forma irregolare: una disomogeneità dovuta ai sassi ai quali il tubero, sviluppandosi, si adegua. Intanto a Moriago della Battaglia, nell'Isola dei Morti (nome che deriva dalla strage di soldati, caduti sulla riva sinistra del Piave nella prima grande guerra) si è pronti per la mega festa che ogni anno le è dedicata. Mostre, convegni, degustazioni enogastronomiche (siamo nella terra del mitico Prosecco) rassegne di prodotti locali. Domenica 6 agosto la conclusione.

ORGANIZZAZIONE PRODUTTORI ORTOFRUTTICOLI VENETO S.C.A.

Via Vincenzo Bellini, 2, 31059 Sant'Alberto, Treviso

Condividi sui Social

Submit to DeliciousSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Rivista mensile cartacea e Ipad - Newsletter quindicinale - Trasmissione tv - Eventi live

Tipicità e turismo enogastronomico, cucina del territorio, ristoranti e ristoratori, chef, vini e vigneron, hotellerie, itinerari turistici, trend di mercato, cultura e lifestyle.

Contatti

Degusta Srl
Via Francesco Cilea, 10
40141
Bologna (BO)
PI 03533051201
marketing@degusta.tv