Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all'installazione di qualsiasi cookie clicca sul pulsante "Scopri di più". Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie

Le sentinelle del mare alla "scoperta" delle coste italiane

Le sentinelle del mare alla "scoperta" delle coste italiane

Il progetto dell'Alma Mater Studiorum in collaborazione con Confcommercio e Confturismo, inizia il suo percorso tra le spiagge italiane che hanno aderito all'iniziativa,

grazie anche al sostegno delle associazioni regionali di Confcommercio, che hanno affiancato gli esperti dell'Università di Bologna. Presso la sede di Confcommercio-Imprese per l'Italia, è stato presentato il progetto Sentinelle del Mare, ideato dal Dipartimento di Scienze biologiche dell'Università "Alma Mater Studiorum" di Bologna per la salvaguardia dell'ambiente attraverso il monitoraggio e la catalogazione della flora e della fauna marina. Confcommercio parteciperà supportando l'iniziativa attraverso una collaborazione diretta con le imprese turistiche associate, che a loro volta coinvolgeranno i turisti, i cittadini e i residenti.

L'isola di Santo Stefano, nell'arcipelago della Maddalena è stata scelta come la prima stazione di rilevamento. Gli ospiti del Santo Stefano Resort, affiancati da Giulia dell'Università di Bologna, potranno compiere le loro rilevazioni e compilare le schede del progetto inseriti in un contesto ambientale ricco di spunti naturalistici. Le attività proseguiranno in Sardegna fino alla metà di settembre, mentre si sono già concluse in tutta la Sicilia supportate da Confcommercio Palermo. Dal 17 giugno il progetto è approdato anche in Liguria, nell'area delle Cinque terre ed è terminato il 7 di luglio.
La biologa dell'Università di Bologna, inviata per avviare le rilevazioni a Monterosso di Sentinelle del mare, grazie alla collaborazione di Confcommercio La Spezia e sotto l'organizzazione del presidente di Confcommercio Monterosso Gianni Bellingeri, è riuscita a coinvolgere i turisti e i frequentatori dei principali stabilimenti balneari che hanno partecipato al programma "nuotate con la biologa", raccogliendo in questo modo numerosi dati che contribuiranno alla ricerca sul livello di biodiversità. Dal 21 giugno al 7 luglio Confguide e Sib-Fipe hanno animato l'estate del lungo tratto di mare compreso tra Marina di Ginosa e Maruggio.
L'esperta dell'Università di Bologna, Mara, è stata coinvolta in un tour de force organizzato da Confcommercio Taranto, che a sua volta è riuscito a conquistare i bagnanti e i turisti del posto, grazie anche alla presentazione del video Sentinelle del Mare, trasmesso anche sul TGR. Dal primo luglio le attività sono continuate ad Imperia e precisamente a Santo Stefano al mare, presso tutti gli stabilimenti balneari della zona e le strutture Anthurium e Lucciola. L'iniziativa è stata apprezzata anche dal presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, che ha subito mandato una comunicazione con la quale si informava che la Giunta, nella riunione del 29 giugno, ha giudicato il progetto “Sentinelle del Mare” meritevole di ottenere il patrocinio e l'autorizzazione per l'utilizzo del logo regionale.

L'esperta incaricata dall'Università di Bologna, Silvia, ha proseguito fino al 20 luglio e si è spostata dall'11 dello stesso mese a Ventimiglia. Il record delle Sentinelle del Mare più giovani va senza dubbio a Terracina, dove l'esperta dell'Università, Giovanna, ha coinvolto una squadra di 36 bambini in vacanza. Per la compilazione delle schede di rilevamento sono stati utilizzati gli spazi de “Le Palme family beach village”, una delle strutture della provincia di Latina coinvolte nell'iniziativa da FAITA-Federcamping.
Le attività svolte fino al 14 luglio a Fondi, presso i camping Le Dune e Settebello, poi si sono spostate ad Ostia Lido di Roma fino al 31 luglio. Comunque i primi risultati dei campionamenti effettuati in mare dai biologi dell’Alma Mater Studiorum di Bologna sono confortanti. E’ stato registrato un basso livello di rifiuti in acqua. Ciò significa che il nostro mare gode ancora di una buona salute. Adesso tutte le schede tecniche redatte da Sentinelle del mare, confluiranno in una banca dati e verranno analizzate dall’ateneo bolognese.
Prima della fine dell’anno si avranno i risultati definitivi del progetto che, ovviamente, saranno resi pubblici.

 

Gianfranco Leonardi

Condividi sui Social

Submit to DeliciousSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Rivista mensile cartacea e Ipad - Newsletter quindicinale - Trasmissione tv - Eventi live

Tipicità e turismo enogastronomico, cucina del territorio, ristoranti e ristoratori, chef, vini e vigneron, hotellerie, itinerari turistici, trend di mercato, cultura e lifestyle.

Contatti

Degusta Srl
Via Francesco Cilea, 10
40141
Bologna (BO)
PI 03533051201
marketing@degusta.tv