Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all'installazione di qualsiasi cookie clicca sul pulsante "Scopri di più". Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie

Spettacolare “cena in bianco” a Parigi (e non solo…)

Spettacolare “cena in bianco” a Parigi (e non solo…)

E’ la "social dinner" più chic anche per la location -  place Vendôme, la piazza parigina delle gioiellerie - e l'estate è il periodo ideale per la "cena in bianco"…

Si chiama così perché  sono migliaia i commensali vestiti di bianco che si ritrovano per un rito che dilaga ormai dalla Francia anche all'Italia. Quasi 7mila partecipanti si sono presentati a questa 28ima edizione Parigi 2018, tutti appropinquati tra tavoli con sedie e tovaglie bianche, posate, vini pregiati (Champagne) e piatti stuzzicanti portati da casa. In effetti si tratta di un “flashmob”: il luogo della cena rimane segreto fino a poco prima dell'inizio e poi con whatsapp e passaparola, la voce si sparge velocemente tra i partecipanti, che in breve si ritrovano e danno il via a questo pic nic metropolitano di gran classe. La prima cena è stata organizzata nel 1988 e da allora è sempre stata ben partecipata e non vi si sono mai registrati problemi di sicurezza e di ordine pubblico. Sono cambiati i luoghi di ritrovo – che nella “ville lumiere” non mancano di certo: in  Champs-Elysees, in Place de la Concorde, ai piedi della Piramide del Louvre e, l'anno scorso, nei giardini del Palais Royal, sotto le finestre del ministero della Cultura e del Consiglio di Stato. Anche da noi presto è dilagata la moda… In onore dell’evento originale si è mantenuto il titolo:  "dinner en blanc", le città, da Torino a Milano. La filosofia? La stessa: vestirsi tutti insieme di bianco ritrovarsi in una piazza, in una strada, in un giardino, comunque in un luogo a sorpresa ogni volta diverso, allestendolo come “sala da pranzo” a cielo aperto, portandosi dietro tutto il necessario, dal tavolo alle sedie, dalle vivande, alle stoviglie, ai bicchieri di vetro… niente carta e niente plastica, il tono di classe deve essere evidente. Si apparecchia e imbandisce la propria tavola con amici, familiari, colleghi, nonni e bambini per vivere l’emozione della cena in bianco, tutti insieme per strada e, come i francesi, seguendo l’imperativo delle “cinque grandi E”: ecologia, educazione, eleganza, estetica e etica.
Alla fine dei preparativi, si vedrà una immensa tavola, fatta di tante tavole vicine e ordinatamente in fila con migliaia di persone che celebrano la tradizione (italiana da noi) a tavola, nel rispetto della convivialità e del piacere di stare insieme.

Bello sarà partire con tavoli, piatti e sedie al seguito per vivere e scoprire le piazze e le strade di tanti luoghi italiani che davvero niente hanno da invidiare a quelli parigini… Poi si mangia in allegria e tranquillità e, quando si fa “una certa”… ognuno sparecchia, porta via i propri rifiuti e lascia tutto in ordine, perché non devono rimanere tracce. Un ultimo particolare: non è dato sapere se anche il menù deve essere “in bianco”… Ma forse da noi una piccola deroga è concessa, là dove le nostre tante eccellenze locali (molte di più di quelle di cui dispongono i cugini d’oltre Alpe) a tavola, possono farla da padrone!

(GfL) Gianfranco Leonardi

Condividi sui Social

Submit to DeliciousSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Rivista mensile cartacea e Ipad - Newsletter quindicinale - Trasmissione tv - Eventi live

Tipicità e turismo enogastronomico, cucina del territorio, ristoranti e ristoratori, chef, vini e vigneron, hotellerie, itinerari turistici, trend di mercato, cultura e lifestyle.

Contatti

Degusta Srl
Via Francesco Cilea, 10
40141
Bologna (BO)
PI 03533051201
marketing@degusta.tv