Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all'installazione di qualsiasi cookie clicca sul pulsante "Scopri di più". Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie

VASCO ROSSI: IN 220 MILA ALL’ASSALTO DI GNOCCO E TIGELLE

VASCO ROSSI: IN 220 MILA ALL’ASSALTO DI GNOCCO E TIGELLE

Zocca, tigelle e Vasco Rossi: equazione elementare che non vuole essere irriverente nei confronti del ‘Blasco’ nazionale, ma

l’accostamento viene spontaneo se pensiamo alla nota crescentina (perché, ricordiamolo, è questo il vero nome del ‘pane’ montanaro) che ha colmato molti appetiti durante l’attesa della rock star al mega spettacolo di Modena. La presenza di chioschi con cibo di strada in prossimità dei  concerti è un denominatore comune, come lo è stata la presenza delle ‘formella’ rotonda servita nel più tradizionale dei modi (per i non modenesi sto parlando del pesto, ovvero lardo insaporito con rosmarino e aglio) oppure con i salumi della tradizione emiliana. Non sono mancate sfumature blasfeme, varianti che fanno inorridire i puristi, ma che ai giovani fans del kom non dispiacciono: tigelle (perché i millennians le hanno memorizzate così) con la nutella. Un ‘obrobrio’ che delizia il palato anche degli integralisti del farinaceo -non il solo- perché era in compagnia del gnocco fritto, altra variante del cibo povero contadino che è tornato di gran moda anche nei luoghi dove si socializza, tra uno spritz e l’altro. Il contorno gastronomico allo spettacolo che rimarrà nella storia ha dato lo spunto anche a simpatiche considerazioni in chiave strettamente modenese. Come quel bar che ha esposto un poster con su scritto “siamo la città del gnocco, della gnocca e di Vasco Rossi”: più eloquente di così. Per la cronaca era il bar “via Taglio 12”, che ha posto anche il sigillo “gnok & roll” sul manifesto.  Nel placare gli appetiti il popolo di Vasco ha dovuto fare i conti anche con le norme sulla sicurezza imposte per la grande serata e che prevedevano misure ben precise per gli zainetti (con una capienza di non più di 10 litri). Il cibo non poteva che essere frugale, pratico e comodo, nelle sue diverse declinazioni: in occasione del concerto gli esercizi di vendita e somministrazione di alimenti e bevande sono restati aperti 24 ore su 24  già dal giovedì 29 giugno e fino a tutta domenica 2 luglio, grazie ad una deroga del Comune di Modena che ha consentito agli esercizi pubblici come dehors, chioschi, pizzerie al taglio, rosticcerie e kebab di garantire i servizi di ristorazione e di somministrazione di alimenti e bevande. E in proposito c’è chi ha colto l’occasione per fare proposte ‘just in time’: Welldone, la nota catena di burger presente anche a Modena in piazza Matteotti, ha infatti dedicato tre proposte del proprio menù a Vasco Rossi e ispirate a celebri canzoni del rocker: “Burger Spericolato”, “Hot dog Stupendo” e “Insalata Senorita”.  Un modo moderno e ‘easy’, anche questo, per fare conoscere i prodotti del territorio di qualità e proposti in insoliti abbinamenti.

I ristoranti? Gli avventori dello show hanno privilegiato musica e praticità del cibo di strada, più che approfittare della gastronomia modenese, anche per ragioni di tempo. Vero è che gli agriturismi in un raggio di 50 chilometri sono stati presi d’assalto dai fans di Vasco che non volevano arrivare all’ultimo minuto e riposare tranquillamente prima della grande serata. Chi ha optato per questa soluzione non ha disdegnato la cucina tipica del territorio, a partire dai tortellini, ma le più gettonate sono state le tigelle. E lo gnocco fritto, che fa molto rock. 

di Claudio Ferri

Foto: un esempio del classico piatto tipico modenese: da sinistra Tigelle montanare (il vero nome è crescentine), gnocco fritto (anche dette crescentine fritte) e salumi misti. Grazie a praticità, leggerezza ed economicità, questo è stato il trittico gastronomico che ha superato ogni più rosea aspettativa di consumo e vendita in occasione del grande evento di Vasco Rossi al Ferrari Park di Modena.

Il piatto più richiesto in occasione del grande evento Tigelle gnocco fritto e salumi

Vasco Rossi: 220 thousand at the assault of Gnocco and Tigelle

by Claudio Ferri

Zocca, tigelle and Vasco Rossi: elementary equation that does not want to be irreverent to the national blasco, but the approach is spontaneous if we think ot the famous crescentina (because, let's remember it, this is the real name of the famous Modena’s 'mountain bread') that has filled many appetites while waiting for the rock star to the mega show of Modena. The presence of street food kiosks near the concerts is a common denominator, as was the presence of the 'round formella' served in the most traditional ways (for “Not from Modena readers” I’am talking about pesto, or lard flavored with rosemary and Garlic) or with the salami of the Emilia region tradition. There are also a shadows of blasphemy, variants that horrify the purists, but that young fans of the KOM (this is the nickname of the big Vasco)  are not sorry about: tigelle (because the millennians have memorized them so) with the nutella. A 'obrobrium' that delights the palate also of the purist of the flour – and not alone - because it was in the company of fried dumplings, another variant of the poor farmer's food that is back in fashion even in places where it socializes, between a spritz and other aperitiv. The gastronomic outline of the show that will remain in history has given rise to sympathetic considerations in strictly Modenese terms. Like that bar that has exhibited a poster with written "We are the city of Tigella, women and Vasco Rossi" that in Italian languages is writted in this way: We are the city of gnocco, gnocca and vasco Rossi!”: more eloquent than that. Was the bar "via Taglio 12", which also placed the seal "gnok & roll" on the manifesto. The people of Vasco had to deal with the safety regulations imposed for the big evening, which included precise measures for the backpacks (with a capacity of no more than 10 liters). The food could only be frugal, practical and convenient, in its various declinations: at the concert, the food and beverage sales and supply exercises were open 24 hours a day, starting from Thursday 29 June and until Sunday 2 July  thanks to a derogation from the City of Modena which allowed public establishments such as dehors, kiosks, cutting pizzerias, rotisserie and kebab to provide food and beverage services. And in this regard, there are those who took the opportunity to make proposals just in time: Welldone, the famous burger high quality chain also present in Modena, in “Piazza Matteotti”, has in fact three proposals of his own menu at Vasco Rossi and inspired by Famous rocker songs: "Burger Spericolato", "Hot Dog Stupendo" and "Salad Senorita". A modern and 'easy' way of doing this, to get to know the products of the quality territory and proposed in unusual combinations. The restaurants? The show's fans privileged the music and convenience of street food, rather than taking advantage of Modena's gastronomy, even for some time. It is true that farmhouses and agroturism within a radius of 50 kilometers have been caught by Vasco fans who did not want to come to the last minute and rest quietly before the big evening. Those who opted for this solution did not deny the typical cuisine of the region, starting with the tortellini, but the most talked about were the “tigelle”. And fried gnocco, which makes a lot of rock.

Photo: an example of the typical Modena dish: from the left Tigelle montanare (the real name is crescentine), fried gnocco (also called fried crescentine) and mixed salami. Thanks to its practicality, lightness and economy, this was the gastronomic dish that exceeded all the sales expectations at the great event of Vasco Rossi at the Ferrari Park in Modena.

Condividi sui Social

Submit to DeliciousSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Rivista mensile cartacea e Ipad - Newsletter quindicinale - Trasmissione tv - Eventi live

Tipicità e turismo enogastronomico, cucina del territorio, ristoranti e ristoratori, chef, vini e vigneron, hotellerie, itinerari turistici, trend di mercato, cultura e lifestyle.

Contatti

Degusta Srl
Via Francesco Cilea, 10
40141
Bologna (BO)
PI 03533051201
marketing@degusta.tv