Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all'installazione di qualsiasi cookie clicca sul pulsante "Scopri di più". Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie

Turismo enogastronomico

Turismo enogastronomico

La Regina delle Dolomiti è pronta ad accogliere fondisti da tutto il mondo per la 44esima edizione della Granfondo Dobbiaco-Cortina, in programma questo fine settimana. Uno degli appuntamenti sportivi più importanti dell’anno, dedicato a una disciplina storica che a Cortina è protagonista, quest’anno più che mai, della stagione invernale. Dunque è confermato che la famosa competizione di sci nordico si terrà regolarmente, questo weekend. Sono circa 1.000 i partecipanti, pronti a competere lungo il suggestivo tracciato della Ferrovia delle Dolomiti, che unisce Pusteria e Ampezzo, Alto Adige e Veneto. Sabato 23 gennaio la gara di 42 km in tecnica classica, con partenza dall’aeroporto di Dobbiaco. Da lì scatterà anche la gara di domenica 24 gennaio: 32 km in tecnica libera, per gran parte sullo stesso tracciato di sabato, escludendo il tratto che sale verso San Candido. Ovviamente ci sarà il passaggio alla Nordic Arena, simbolo dello sci nordico in Val Pusteria, poi gli…
I modi sono tanti: a piedi, con le ciaspole. Praticando sci di fondo, sci alpinismo, oppure, semplicemente, tornando un po’ bambini con la realizzazione di un pupazzo di neve. Che, grazie a un contest a scopo benefico a favore del Soccorso Alpino di Cortina, potrebbe anche far vincere un premio speciale. Il The Guardian l’ha recentemente inserita nella top ten dei paesaggi invernali più belli. Un panorama da sogno, quello di Cortina d’Ampezzo, che ha conquistato non solo i lettori inglesi, ma anche i milioni di visitatori che ogni anno arrivano nella località per assistere alla magia unica delle Dolomiti imbiancate.  La stagione invernale in corso diventa l’occasione, per chi si trova a Cortina, di immergersi totalmente e in modo nuovo nella bellezza e nei silenzi di questi luoghi innevati. Seguendo il ritmo lento della natura. Una natura da vivere a piedi, sulle ciaspole, con gli sci di fondo, lo sci…
Via Francigena è una strada percorsa da pellegrini, mercanti, soldati che univa l’Europa del nord a Roma e fino a Gerusalemme. Come altri itinerari storici, si propone oggi come escursione di un turismo lento, di cammino, ciclopedonale, culturale e paesaggistico. Il tragitto italiano consta di 1800 km, 90 tappe, circa 300 comuni coinvolti dalla val d’Aosta alla Puglia. Tre tappe, circa 80 km, si svolgono sul territorio piacentino, dal guado del fiume Po ai passi appenninici tosco-emiliani. A Piacenza si è costituito il primo comitato scientifico della Via Francigena Italia che intende sostenere le Istituzioni pubbliche in appoggio al riconoscimento di patrimonio Unesco. Prima iniziativa del comitato – composto da esponenti di primo piano della cultura, etica, morale, storia, paesaggio locale di cui è referente il piacentino Giampietro Comolli – è quella di affiancare i 9 sindaci dei comuni attraversati dal cammino antico: Alseno, Calendasco, Carpaneto, Fiorenzuola, Piacenza, Pontenure, Cadeo,…
L'Iniziativa Adriatico Ionica (IAI) è un'organizzazione internazionale nata nel 2000 che associa alcuni dei paesi che si affacciano sul mare Adriatico e Ionico. È un forum intergovernativo per la cooperazione regionale nella Euroregione Adriatico Ionica. Il suo segretariato permanente ha sede nella città di Ancona, storico avamposto tra l'Europa occidentale, la Grecia e i Balcani, nella cinquecentesca Cittadella, detta anche “Fortezza di Ancona”.“Borghi d'Europa” promuove il progetto “L'Europa delle scienze e della cultura”, sotto il Patrocinio della IAI.Il borgo di Ogliano (Conegliano - TV) era stato inserito da Borghi d'Europa nell'elenco dei beni culturali del 2018, Anno Europeo del Patrimonio Culturale, per il Percorso Internazionale Le Terre di Collina.Nel 2021 Ogliano sarà inserita nel circuito dei borghi di collina, per realizzare scambi culturali finalizzati alla conoscenza e alla valorizzazione del territorio.Per presentare il progetto, si sono incontrati alla Pizzeria Stella di Ogliano, giornalisti e comunicatori della rete, tutti impegnati con…
Falkensteiner Hotels & Residences è lieta di annunciare l’apertura del nuovissimo Falkensteiner Hotel Kronplatz, situato a Riscone nelle immediate vicinanze di Brunico (Bz). Si tratta di un cinque stelle appartenente alla Premium Collection Falkensteiner, ed è un hotel delle categorie “Adults Only” (ospiti ammessi dai 14 anni compiuti in su) e “Attività & Sport” (ovvero struttura dedicata agli amanti delle attività stagionali sia indoor che outdoor). L’hotel si trova a pochi minuti a piedi dagli impianti di risalita che da Riscone portano sulla cima del Plan De Corones, la montagna più amata da chi pratica gli sport invernali. Immerso in un impressionante panorama montano, l’hotel si presenta come un vero e proprio gioiello di design progettato dall'architetto Matteo Thun, che ha realizzato una struttura innovativa e ricca di novità."Siamo molto lieti di inaugurare nella terra da cui proveniamo un nuovo hotel che vuole introdurre un concetto di ospitalità evoluto e dedicato…
Maurizio Mattion e Valeria Donadi hanno di certo il background giusto per la ristorazione: basta seguirli sui “social” per rendersi conto del loro fermento creativo… Sono  marito e moglie - sommelier Fisar lui e AIS lei - hanno combinato i reciproci atout e si sono sbizzarriti creando la “Sosteria”, un ristorante enoteca davvero particolare in centro a Oderzo (TV) in una calle laterale di via Umberto I.  A vederlo, il locale (ristrutturato di recente) è à la page: dispone di tre sale più “salottino relax”, inserito in un mix sapiente e curato tra arredamento minimal chic contemporaneo e look neoclassico. A uno sguardo più attento, tanti sono i dettagli particolari che esplicitano la personalità dei coniugi conduttori, che offrono le loro competenze agli amici - gourmet habitué e avventori casuali -. Naturalmente tutto funziona al meglio perché coadiuvati da uno staff all’altezza, guidato dall’egregio chef Lodovico de Crignis – carnico purosangue e…
Si chiama “Muletta” ed un pregiato salume tipico del Monferrato. Del suo nome non abbiamo certezze, sembrerebbe che sia stato coniato dai soldati piemontesi di ritorno dalla grande guerra in ricordo del termine “Mula” che a Trieste viene usato per indicare la ragazza. Ma se del nome abbiamo solo supposizioni della bontà e della qualità dell’insaccato ci sono delle certezze. Per la sua produzione vengono infatti utilizzate carni suine di prima scelta e lavorati tagli pregiati come la coscia, la spalla, il culatello. Un’altra particolarità della “Muletta” si evidenzia nel fatto che viene insaccata, come budello naturale, esclusivamente nell’intestino cieco, e questo significa che possiamo avere una sola “Muletta” per ogni capo animale. La tipologia di budello rende il nostro salume presentabile al pubblico con una forma ovoidale mentre il suo peso può variare dai 600 grammi ad oltre il chilo. Come accade sempre con i prodotti artigianali è chiaro…
L’anno scorso, di questi tempi, i “canadesi” – invitati dall’Associazione Meridionale Cerealisti – si sono presentati ad Altamura (BA) la capitale del “granaio d’Italia” (con la Sicilia) per un’azione diretta di “pubbliche relazioni” e promuovere così il grano che più di altri vanta  gran qualità… Nell’occasione è uscita la news (che news non è,  perché cosa nota agli addetti ai lavori) che il grano a Manitoba, sia fatto maturare col “doping” (leggi glifosato) comunque al di sotto dei limiti di sicurezza fissati dall’Unione Europea, limiti che (insinuazione?) la UE, ha elevato proprio per consentire a detto grano di essere importato e commercializzato anche in Europa… C’è da considerare il momento di pesante crisi in cui versa il settore del grano duro specie nel Mezzogiorno d’Italia: da 2 anni il prezzo al quintale è di 4-5 euro sotto il costo di produzione, che in quelle zone si attesta intorno ai 22-23 euro circa…
L’isola di El Hierro è stata inserita nella lista “Best in Travel 2021” nella categoria “diversità̀” per la sua anima ambientalista che la fa essere una destinazione multigenerazionale che conquista viaggiatori di ogni età e dai gusti più disparati. L'isola più̀ piccola dell'arcipelago delle Canarie è un paradiso di sostenibilità grazie all'introduzione rivoluzionaria di energie rinnovabili, programmi di riciclaggio innovativi e promozione della mobilità elettrica.Segnata dai contrasti tra le sue aride terre vulcaniche e i suoi paesaggi di vegetazione lussureggiante e dalla ricchezza dei suoi fondali, l'isola di El Hierro è stata dichiarata dall’UNESCO Riserva della Biosfera nel 2000 e nel 2014 Geoparco. Da allora, ha invitato i visitatori a scoprire tutto il suo fascino naturale, dal rispetto alla conservazione dell'ambiente. Il simbolo dei suoi sforzi per diventare un punto di riferimento mondiale è la centrale idroelettrica di Gorona del Viento, che combina l'energia generata dai suoi mulini con quella prodotta…
Il sindaco Francesco Guarguaglini: “C’è un vento nuovo che soffia sul territorio, di sviluppo e valorizzazione che noi siamo impegnati a portare avanti”. Il sindaco di Radicondoli, saluta così la prima produzione di Olio Radicondoli. Un progetto da 1milione e 200mila euro grazie ad un Piano Integrato di Filiera della Regione Toscana che ha coinvolto circa 10 imprese agricole del territorio della rete dei coltivatori – Rete Evolution, due Università e l’amministrazione locale. Grazie a questo investimento da quest’anno c’è un frantoio completamente rinnovato, tecnologie all’avanguardia per il controllo della mosca grazie ad un software realizzato da Aedit, spin off del Sant’Anna di Pisa. Ed un olio bio, Olio Radicondoli, olio di comunità perché sono i coltivatori che hanno partecipato al progetto che cedono una parte del loro prodotto per la nuova etichetta. Tutta di qualità controllata. Per la prima volta sul mercato da quest’anno.Il Comune ha seguito e segue con attenzione la…
Pagina 1 di 12

Rivista mensile cartacea e Ipad - Newsletter quindicinale - Trasmissione tv - Eventi live

Tipicità e turismo enogastronomico, cucina del territorio, ristoranti e ristoratori, chef, vini e vigneron, hotellerie, itinerari turistici, trend di mercato, cultura e lifestyle.

Contatti

Degusta Srl
Via Francesco Cilea, 10
40141
Bologna (BO)
PI 03533051201
marketing@degusta.tv