Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all'installazione di qualsiasi cookie clicca sul pulsante "Scopri di più". Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie

Vino e bevande

Vino e bevande

E’ stata una delle prime aziende salentine ad avviare il conferimento dell’uva biondo oro, inondata dal sole, una importante realtà cooperativa con sede a Cellino San Marco (Br) che oggi conta un migliaio di soci e 2.500 ettari di vigneti adagiati tra le province di Brindisi, Lecce e Taranto e sei cantine. Accanto a quella principale di Cellino San Marco, ne ruotano altre cinque, tutte di proprietà: la ex-Produttori Agr. Di Cellino, la Riforma Fondiaria sempre di Cellino (1955), la cantina Sociale Angelini di San Pietro Vernotico (costituita nel 1961), la cantina San Gaetano di Lizzano (1959) e la cantina Riforma Fondiaria di Monteroni Arnesano (1960). Nella sede centrale di Cellino, di circa 45.000 metri quadri, si svolgono tutti i processi di vinificazione, invecchiamento, imbottigliamento e stoccaggio dei vini. La società, presente in 40 Paesi ha però i piedi ben piantati nel  Salento e la testa nel mondo grazie alla professionalità…
Parola magica e attraente, Franciacorta ormai simbolo di "cose buone e pregiate" di qualità, moda, fascino, festa e tanto altro ancora. Se parliamo poi di Festival del Franciacorta, subito scatta interesse e attrazione: siamo di fronte ad uno degli eventi più amati dagli appassionati delle bollicine più pregiate d’Italia. A organizzare questo interessante evento le "Cantine di Franciacorta", fornitissimo Wine Store situato ad Erbusco, esclusivo ed elegante open space di 500 mq. Protagoniste saranno 60 aziende vinicole franciacortine selezionate per l’occasione, legate dall’altissima qualità e dal metodo della rifermentazione naturale in bottiglia. Ma come funziona la manifestazione? Ogni azienda porterà il proprio Dosaggio Zero (massima espressione del territorio e del lungo percorso di affinamento compiuto dal vino) occasione veramente straordinaria per degustare e paragonare fra loro i Dosaggio Zero delle cantine più blasonate e di quelle emergenti, eccezionalmente presentati insieme in un unico avvenimento. Ogni cantina metterà poi in degustazione…
In epoca Covid un calice di vino ha salvato la socializzazione fra le mura domestiche e nel web. Nel 1° semestre 2020 c’è stato un calo dovuto al lockdown nei settori horeca, soprattutto vini rossi importanti e bollicine di alto pregio a iniziare dallo Champagne. Mantengono le posizioni i vini spumanti italiani con il Prosecco&C, bene i vini bianchi freschi d’annata, la Gdo vede salire le vendite, l’e-commerce raddoppia i volumi, va meglio per i vini di costo medio.Sfatiamo una fake-news enoica (vini&spumanti) da Covid19, almeno riportiamo la questione entro ambiti reali e certi, suffragati dalla concretezza dei numeri e esatta analisi delle risposte del mercato. Ovse è dal 1991 che monitorizza i dati di produzione, spedizione, dogane, export, consumi e mercati per i vini spumanti, e anche per i vini tranquilli. 30 anni di analisi, ricerche, indagini e sondaggi che permettono di avere una visione economica-tecnica nazionale e diretta in…
Che la Romagna e i romagnoli non finiscano mai di sorprenderci a di stupirci è cosa nota. parliamo in fatto di gente laboriosa, sempre pronti a voler fare, con innata e vincente capacità di ospitare, di far sentire il cliente un ospite, far stare bene le persone. Tutto questo In uno dei territori più belli del nostro paese, dove la cultura del buon e bello vivere regna. E non mancano mai le iniziative ed eventi capaci di coinvolgere persone di ogni dove. Uno di questi è certamente "Cartoline dalla Romagna" nuovo progetto del Consorzio Vini di Romagna Il nuovo progetto del Consorzio Vini di Romagna che ha l’obiettivo di promuovere vini, aziende e territorio, coinvolge quasi 400 attività locali, e vedrà protagonisti i produttori romagnoli di vino. Il portale www.cartolinedallaromagna.it, da pochi giorni online e in continua implementazione, raccoglie in una mappa 100 cantine, i punti culturali d’interesse, quasi 200…
Anche se proviene da vitigni a bacca nera, certo è che si tratta di un altro figlio del Friuli Venezia Giulia (autoctono dai colli orientali fino alla Slovenia): in gran parte nasce nel comune di Prepotto, dalla vallata del fiume Judrio alla sottozona collinare di Cialla, compresa la frazione di Albana dove c’è, appunto, il “ponte dello Schioppetino”.  E’ un prodotto di nicchia, qualcuno lo chiama “Ribolla nera” (in lingua natia Pocaza). Il nome, forse deriva dallo “schioppo” che si ode all’apertura della bottiglia (causato da una seconda fermentazione in bottiglia).  E’ un vino “elegante”: si presenta rosso rubino, più o meno carico, con note violacee che si attenuano invecchiando; particolarmente speziato (molecola “rotundone”) ricorda il Pinot nero; ha sentori di pepe nero, frutti di bosco, mora selvatica, lampone e mirtillo; dal gusto secco, rotondo, di buon corpo pieno, è ottimo con le pietanze tipiche della cucina friulana, con carni rosse, allo…
Sono passate da pochi minuti le ore sedici quando con la mia auto entro nel piazzale della Tenuta Borgolano. Ritorno dunque a distanza di qualche mese in quel territorio lombardo denominato Oltrepò Pavese. La cantina ha la sua sede nel comune di Montescano e a ricevere me e mia moglie Marina che collabora con il sottoscritto c’è Donatella Quaroni. Donatella oltre ad essere la titolare della Tenuta è una signora gentile e decisamente molto ospitale. Ci attende una serata di degustazioni e, finalmente, ritorniamo anche noi ad apprezzare i vini in compagnia dei loro produttori, dal vivo, dopo i mesi di fermo di cui tutti siete e conoscenza. Ad invitarci è stata la poliedrica Carol Agostini alla quale saranno affidate le presentazioni delle degustazioni che ci attendono per la serata. Bisogna rispettare le normative per il Covid 19 e allora distanze, mascherine, saluti con i gomiti. Col passare delle ore…
Ode al Demesse Vecchie Lugana Doc Prodotto con le uve di un vigneto di oltre cinquant’anni, questo vino di Famiglia Olivini si sposa, in tavola, con primi e secondi piatti a base di pesce. Lo chef Fabrizio Albini del “Bianca sul Lago” ha ideato una ricetta, facile da replicare anche a casa, da abbinare a questa etichetta. Tra le referenze della cantina Famiglia Olivini, che da cinquant’anni esatti produce vino in un territorio, quello posto a sud del Lago di Garda, vocato alla vinificazione del Lugana, merita sicuramente una particolare attenzione il Demesse Vecchie. Si tratta di un Lugana DOC in purezza prodotto esclusivamente dalle uve raccolte, dopo una surmaturazione in pianta e una successiva selezione dei grappoli, in un vigneto di oltre cinquant’anni, di proprietà dell’azienda. Il lungo affinamento sulle fecce nobili ed il successivo riposo in bottiglia regalano al vino profumi eleganti e maturi. Di questa cru solo…
Mentre scrivo c’è un tiepido sole primaverile, guardo attraverso la finestra che dà sul retro della casa e penso a mio padre che mi ha lasciato tre anni fa. Mio padre aveva un amico, un vero amico, che grazie a Dio è ancora vivo e che, come mio padre, era arrivato a Torino alla fine degli anni 50: nel 1959. Anni di immigrazione, di rilancio del paese, di lavoro e sacrifici, di affetti lasciati e tante speranze. Anni duri, lavoro e stringere i denti. Michele classe 1942, l’amico di papà, era ed è ancora un artista: è un ciabattino straordinario. E’ una delle persone più belle che io abbia avuto la fortuna e l’onore di conoscere. Michele è figlio di una terra magica, ancora da scoprire, da conoscere e respirare, vivere e gustare. Michele è molisano. Il Molise, la terra degli Osci, gli antichi abitanti della regione ai quali subentrarono…
Quanto conta la vestizione di una bottiglia? A dieci anni dall’introduzione della nuova “immagine” Famiglia Olivini ha scelto di optare per un leggero restyling di etichette e packaging. Sì perché famiglia Olivini produce vino dagli anni settanta in un territorio vocato alla vinificazione del Lugana. Lo ha sempre fatto e continuerà a farlo con grande passione, la stessa che si tramanda tra generazioni.  L’azienda, che ha recentemente inaugurato l’ampliamento della nuova cantina, con il passaggio di consegne ai nipoti avvenuto nel 1999 ha iniziato un percorso che l’ha portata, esattamente dieci anni fa, a dotarsi di una identità grafica e di stile capace di distinguersi. Nel 2009 hanno fatto il loro esordio le prime etichette (e le nuove bottiglie) che vedevano protagoniste delle righe orizzontali, intervallate da fasce in lamina dorata e con cromie capaci di evocare il contenuto: tonalità di verde per il Lugana Doc, marrone pastello per il Demesse…
Mancano pochi giorni a Natale e al Grand Hôtel Sitea datato 1925 (storico e prestigioso simbolo di Torino) l’atmosfera  è calda e accogliente: mi attendono degli amici, dei colleghi, la cucina dello chef stellato Fabrizio Tesse e i vini di una giovane cantina, l’Autin, che ha i suoi vigneti a cavallo tra le Provincie di Torino e di Cuneo. Giovane, perché la sua avventura è iniziata solo nel 2010, ma con le basi già impostate per un interessante futuro. A dare vita al progetto enologico i cugini Mauro Camusso e Pier Giorgio Gasca, che purtroppo oggi non è più con noi. Una scommessa, anzi, una sfida da affrontare su terreni dalle condizioni pedoclimatiche non così scontate per la coltura della vite, soprattutto se oltre alle uve a bacca rossa ci si cimenta anche con le bianche di carattere internazionale e autoctone. Ma se è vero che le componenti fondamentali per produrre…
Pagina 1 di 5

Rivista mensile cartacea e Ipad - Newsletter quindicinale - Trasmissione tv - Eventi live

Tipicità e turismo enogastronomico, cucina del territorio, ristoranti e ristoratori, chef, vini e vigneron, hotellerie, itinerari turistici, trend di mercato, cultura e lifestyle.

Contatti

Degusta Srl
Via Francesco Cilea, 10
40141
Bologna (BO)
PI 03533051201
marketing@degusta.tv