Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all'installazione di qualsiasi cookie clicca sul pulsante "Scopri di più". Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie

Copia della Sacra Sindone in San Giacomo a Bologna grazie ai Cavalieri Templari

Copia della Sacra Sindone in San Giacomo a Bologna grazie ai Cavalieri Templari

Esposizione della Copia della Sindone e conferenza su “Il culto della Sacra Sindone e i Cavalieri Templari di Ieri e di Oggi” il 15, il 22 e il 29 ottobre p.v. alle ore 18,00 (subito dopo la santa messa delle 17,00) nella basilica di San Giacomo Maggiore in via Zamboni a Bologna, con relatore Mauro Giorgio Ferretti, presidente dell'Associazione Templari Cattolici d'Italia nonché Magister dell'Ordo Equester Templi.  La basilica di San Giacomo Maggiore fu fondata sotto le 2 Torri nel 1267 come chiesa dell'ordine degli Agostiniani. E’ nota anche perché al suo interno si trova la cappella Bentivoglio, splendida architettura di metà Quattrocento, ricca di opere d'arte rinascimentali. ­Ogni anno il 22 maggio, nella chiesa di San Giacomo Maggiore si celebra una grande festa in onore di Santa Rita da Cascia, patrona dei casi impossibili e delle donne infelicemente maritate.
Come è noto, si ritiene che la Sindone abbia avvolto il corpo di Gesù Cristo quando questi era nel sepolcro.  Dopo innumerevoli traversie la Sindone è arrivata a noi e oggi - dal 1578 - è custodita nella cattedrale di Torino (piazza San Giovanni) nella Teca di Conservazione, nell’ultima cappella della navata sinistra, sotto la Tribuna Reale, a sua volta rinchiusa dentro una grande cassa metallica (pertanto non è visibile) e estratta solo in occasione delle ostensioni pubbliche. Per la devozione di tanti credenti e per la possibilità di venerare la santa reliquia, senza correre rischi di inevitabili danni, furono realizzate copie della Sacra Sindone: a oggi ne sono riconosciute dagli studiosi 53 unità, custodite in Italia, Spagna, Portogallo, Stati Uniti e Svizzera. Si tratta di manufatti realizzati fedelmente, con le stesse caratteristiche e misure (telo di lino di cm 450×103) che, dal 1500, i Duchi di Savoia, proprietari della Sacra Sindone originale, fecero realizzare per offrirle in dono a monasteri, chiese, confraternite e congiunti di casa Savoia. Le copie acquisivano “sacralità” una volta venute a contatto della Sacra Sindone originale, sfiorandola in ogni parte e questa operazione è testimoniata non solo nei documenti dell’epoca, ma anche riportata direttamente su alcune copie, che presentano la scritta “EXTRACTUM EX ORIGINALI TAURINI ANNO 1653”. In questo modo le copie ereditavano l’aura dell’originale e così si potevano venerare alla pari della sacra reliquia della sepoltura di Gesù “originale”. Nel 1506 Papa Giulio II, su richiesta del Duca Carlo II di Savoia, istituì la Festa della Sindone fissandone la celebrazione il 4 maggio e da allora il culto della Sindone divenne ancora più diffuso. La presenza della Sindone “vera” a Torino fu interpretata da Casa Savoia quale segno della “benevolenza divina” nei confronti della dinastia sabauda. Con la diffusione delle riproduzioni, grazie al seguito che esse ebbero, si diffuse anche il prestigio di casa Savoia. Oggi, i Cavalieri Templari Cattolici d'Italia - che vantano la proprietà di una "copia autentica" della Sacra Sindone - si preoccupano della sicurezza di quella "vera" ogni qual volta avvenga un trasferimento o un'ostensione o, come fino al 2 novembre prossimo a Bologna, si organizzino conferenze a tema.
Allora, come dicono loro: "Non nobis Domine, non nobis, sed nomini Tuo da gloriam!"
(GfL)

Condividi sui Social

Submit to DeliciousSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Rivista mensile cartacea e Ipad - Newsletter quindicinale - Trasmissione tv - Eventi live

Tipicità e turismo enogastronomico, cucina del territorio, ristoranti e ristoratori, chef, vini e vigneron, hotellerie, itinerari turistici, trend di mercato, cultura e lifestyle.

Contatti

Degusta Srl
Via Francesco Cilea, 10
40141
Bologna (BO)
PI 03533051201
marketing@degusta.tv