Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all'installazione di qualsiasi cookie clicca sul pulsante "Scopri di più". Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie

BASTA CON LE RICETTE DA MASTERCHEF!

BASTA CON LE RICETTE DA MASTERCHEF!

Il 73% degli italiani sembra essersi stancato delle ricette troppo elaborate stile Masterchef, molti ormai preferiscono le ‘più genuine’ della tradizione del Belpaese

, quelle tramandate di generazione in generazione. Da Lidia Bastianich a Cameron Diaz, la cucina di una volta ha conquistato le star di tutto il mondo. Le specialità territoriali, come la polenta con fagioli o la frittata di maccheroni, ma anche la ribollita, gli strangozzi con i funghi e la zuppa di cavolo, i simboli della Dieta Mediterranea sono preferite alle ricette in versione ‘nouvelle cuisine’.
7 su 10 scelgono i piatti della tradizione, quelli della nonna che permettono di ricordare i momenti della propria infanzia, quando la preparazione di una ricetta era legata alla presenza di un famigliare che ne tramandava i segreti (59%). Diverse celebrities la pensano così: da Sting a Danny de Vito passando per Lady Gaga e Robert De Niro, che hanno postato proprie foto sui social mentre cucinano i piatti della tradizione italiana. Perché, invece, le ricette super elaborate hanno stancato? Il motivo principale risiede nel fatto che sono piatti che richiedono ingredienti costosi e difficilmente reperibili (78%) ma allo stesso tempo richiedono capacità in cucina che non tutti hanno (72%) e spesso sono talmente innovativi che non incontrano i gusti più tradizionali della famiglia (61%). Motivazioni queste emerse da uno studio condotto dallo Story Cooking di Casa Coricelli, l’osservatorio sulle tendenze nel mondo dell’olio e della cucina dell’omonima azienda umbra, condotto mediante la metodologia WOA (Web Opinion Analysis) su un campione di circa 2500 italiani tra uomini e donne di età compresa tra i 18 e i 65 anni. A supporto di ciò, anche Elisabetta Moro, antropologa culturale e docente ordinario dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli che asserisce che le ricette della tradizione, abbandonate troppo velocemente a causa dei cambiamenti di costume, tornano in voga anche perché complete, molto buone e molto sane e, per chi le prepara,  collaudate e dunque, danno sicurezza. Per la dottoressa Moro, c’è da considerare anche che nelle città del Nord ci sia più innovazione e si tende ad un “esotismo” gastronomico, mentre in quelle del Sud si tende di più a conservare le ricette originali, lì c’è una più tenace “resistenza culturale”.  

Ma quali sono le ricette più gettonate dalle donne, che amano dedicarsi di più alla cucina (51%) anche quelle in carriera (52%) e dagli uomini impegnati in lavori da ufficio (41%)? Non passano mai di moda le ricette a base di pasta (76%) come pasta e fagioli oppure gli strangozzi ai funghi o i passatelli, a seguire minestre e passati (68%) le zuppe (64%) a base di verdure, cereali o legumi, come la Ribollita o la zuppa con cicerchie, oppure tutte le ricette di pesce (53%). Piatti gustosi che generano anche convivialità: il 38% afferma che la preparazione di questi piatti richiama due o più componenti della famiglia, oppure diventano un piacevole modo di trascorrere del tempo libero insieme al partner (21%) o con gli amici (16%). Per la maggior parte ci si concentra nella preparazione di primi (59%) considerati i più completi e sostanziosi, seguiti dai secondi di carne o di pesce (48%) oppure dei dolci tradizionali, magari rivisitati per renderli più leggeri, con l’olio al posto del burro (27%).

A cavalcare la tendenza delle ricette tradizionali sono anche rinomati chef di tutto il mondo: da Giorgio Locatelli, stella Michelin dal 2002, il cui ristorante a Londra è frequentato da Robbie Williams, Madonna, Beckham e Johnny Depp; a Paolo De Maria, che a Seoul con la sua “Fine Trattoria” è diventato un punto di riferimento della cucina tipica italiana nella capitale coreana. E una bella spinta arriva anche dal web: basti pensare alle “app” che sono state sviluppate negli ultimi anni, come “10Q Ricette Italiane” e “Ricette italiane” che propongono le pietanze più caratteristiche a livello regionale rappresentando un viaggio gastronomico che permette di conoscere virtualmente l'Italia, attraverso i suoi sapori tipici.

Molti i nomi noti a stelle e strisce - soprattutto di origine italiana - tifosi della cucina della nonna: Lidia Bastianich, chef italo-americana a New York, Danny De Vito a Hollywood, Cameron Diaz, che ha pubblicato foto su Instagram mentre insieme a Drew Barrymore tira la sfoglia. Anche Lady Gaga, in un’intervista al New York Times, ha confessato la sua devozione per il cibo italiano specie per i piatti tipici della tradizione del sud Italia che le preparano i suoi genitori che gestiscono la trattoria Joanne nella “grande mela”. W le nonne!

Condividi sui Social

Submit to DeliciousSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Rivista mensile cartacea e Ipad - Newsletter quindicinale - Trasmissione tv - Eventi live

Tipicità e turismo enogastronomico, cucina del territorio, ristoranti e ristoratori, chef, vini e vigneron, hotellerie, itinerari turistici, trend di mercato, cultura e lifestyle.

Contatti

Degusta Srl
Via Francesco Cilea, 10
40141
Bologna (BO)
PI 03533051201
marketing@degusta.tv