Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all'installazione di qualsiasi cookie clicca sul pulsante "Scopri di più". Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie

Il picnic della nonna

Il picnic della nonna

Era il modo preferito per stare all’aria aperta nei fine settimana o meglio durante i così detti “ponti”, il giorno festivo precedente (o successivo) il week end: con la complicità del clima mite, magari in collina, consentiva di fare la classica scampagnata nel verde con la famiglia o gli amici.

E allora la madre, la sera prima, preparava le golosità tipiche – pane e salame, torta salata, uova sode, poi i dolci, ma spesso tanto si acquistava proprio sul territorio dal contadino o dal casaro: dai salumi al latte, al burro, ai formaggi, alle marmellate, le crostate, in fin dei conti i prodotti della migliore tradizione  gastronomica locale, tutti all’insegna dei buoni sapori di una volta. Stabilita la meta, generalmente mai lontana, si partiva.

Quando si trovava anche un posto all’ombra per l’auto – meglio se station wagon (l’antesignana del SUV) il luogo era scelto: i figli cominciavano a giocavare rincorrendosi sul prato o arrampicandosi sugli alberi, il padre tirava fuori dal bagagliaio tavolinetto e sedioline pieghevoli oltre a cuscini e plaid. Poi la madre apparecchiava il tavolo – obbligatoria la tovaglietta rossa a quadretti bianchi! – tirava fuori dal cestino di vimini tutte le squisitezze che amorevolmente aveva preparato e, fiasco di vino per i genitori e spremuta di arancia o gazzosa per i ragazzini, mentre dalla radio dell’auto, si sentiva la musica, il classico picnic poteva cominciare. Tutto filava liscio fino alla prima invasione di formiche o all’arrivo di qualche vespa, o peggio, al classico scroscio d’acqua che così guastava la festa e costringeva al rientro…

Come spesso accade, questa bella (e buona) formula che teneva anche unita la famiglia, chissà perché, piano piano è diventata desueta… Si è cominciato a preferire la trattoria fuori porta o l’agriturismo in collina, comunque per stare  comodamente seduti al ristorante… Ma qualcuno – per fortuna -  ha pensato di rinverdire questa vecchia consuetudine e l’ha riproposta (riveduta e corretta…). Adesso chi ha voglia di picnic, andrà alle serate estive di “Scamporella”. Sempre nel verde, tra ulivi, vigne a perdita d’occhio – nella tenuta Terre Giunchi a Rio Marano di Cesena (FC) e con tante specialità gatronomiche preparate con cura da “Le Conserve della Nonna” (marchio di proprietà del Gruppo Fini, specializzato in confetture, sughi, salse e condimenti) che per promuovere questa iniziativa, ha lanciato anche un concorso: attraverso il sito dedicato www.ilmiopicnic.it (fino al 30 settembre i consumatori potranno partecipare al contest per aggiudicarsi i gustosi premi in palio). La modalità di partecipazione è semplice: il concorrente si registra sul sito, prepara una ricetta con uno dei prodotti Le Conserve della Nonna, la fotografa inserendo nell’inquadratura anche (ben visibile) il tappo delle confezioni e inserisce il tutto (la ricetta corredata di titolo, descrizione e fotografia). Entro il 30 novembre pv, verranno selezionati 50 vincitori che riceveranno 50 cestini da picnic pieni di prodotti “Le Conserve della Nonna”. Nel corso delle fasi inaugurali dell’iniziativa, è stato assegnato il titolo di “foodblogger ufficiale” per la realizzazione delle ricette sul portale www.nonsolobuono.it del Gruppo Fini, tra 50 “blogger” che hanno preparato e pubblicato oltre 100 ricette utilizzando i prodotti “Le Conserve della Nonna” presentandole dentro il riconoscibile vasetto di vetro con il tappo a quadri rossi e bianchi, pronte ad essere messe nel cestino da picnic. Queste “ricette in vasetto”, oltre a seguire il trend della vasocottura e del riciclo creativo sono assolutamente distintive perché mettono il pack del prodotto “Le Conserve della Nonna” al centro dell’immagine. Tutte le ricette pubblicate sui blog e sui social si possono trovare con l’hashtag #ilmiopicnic.
(GfL)

Condividi sui Social

Submit to DeliciousSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Rivista mensile cartacea e Ipad - Newsletter quindicinale - Trasmissione tv - Eventi live

Tipicità e turismo enogastronomico, cucina del territorio, ristoranti e ristoratori, chef, vini e vigneron, hotellerie, itinerari turistici, trend di mercato, cultura e lifestyle.

Contatti

Degusta Srl
Via Francesco Cilea, 10
40141
Bologna (BO)
PI 03533051201
marketing@degusta.tv