Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all'installazione di qualsiasi cookie clicca sul pulsante "Scopri di più". Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie

Merenda? 8 su 10 vogliono pane e salame italiano

Merenda? 8 su 10 vogliono pane e salame italiano

Questa volta non sono i famosi ghiottoni a dichiararlo, gli assaggiatori di professione, né i critici gastronomici, gourmand o chef stellati ma le famiglie!

Questo è il dato che ci fa riflettere! Bene hanno fatto Euromedia Research e il salumificio CLAI, conducendo un'indagine sul consumo in Italia del prodotto principe dei salumi, ad approfittare della Fiera del Libro per Ragazzi per diffondere questi interessanti dati: 8 famiglie su 10 lo preferiscono alle merendine e vogliono acquistare carne e salami fatti con carne italiana al 100%. C’è quindi una tradizione che non tramonta e resta salda nelle nostre abitudini. Il 79,2% delle famiglie preferisce dare per merenda ai propri figli un panino al salame. Solo l’11,6% degli intervistati dichiara, infatti, di scegliere le merendine confezionate al momento della merenda. Secondo l’istituto di ricerca Euromedia Research guidato da Alessandra Ghisleri non è la crisi a determinare queste scelte ma una maggiore consapevolezza degli italiani del cibo che vogliono consumare. Si punta sulla qualità, non solo su bontà e genuinità, ma su garanzie di sicurezza, salubrità e origine. Non a caso emerge che 43 italiani su 100 non hanno dubbi e la prima cosa che pensano quando si parla di salumi è il salame, seguito dal prosciutto crudo (29,3%), dal prosciutto cotto (9%), dalla mortadella (6,7%), dalla bresaola (2,8%) e, a seguire, sotto il 2%, speck, salsiccia, pancetta e culatello. Ed ancora: 9 italiani su 10 confermano determinante la scelta del salame “made in Italy” e il 40% di loro, pur di esserne certa, sarebbe disposta a spendere fino al 5% in più. Insomma, salame mon amour, la tradizione vince su tante altre tentazioni, il salame si mangia una o due volte la settimana, soprattutto come aperitivo o antipasto, oppure come secondo piatto. Impensabile a questo punto non prendere in considerazioni le affermazioni di chi ha commissionato questa indagine e aveva visto lungo, Giovanni Bettini, Presidente di CLAI: “Ogni salame CLAI è prodotto esclusivamente con carni di suini pesanti italiani, nati, allevati e lavorati in Italia: una scelta produttiva sull’intera gamma di salami che è una vera rarità nel settore industriale dei salumi e che noi garantiamo. Una scelta che guarda avanti, per offrire ad un consumatore sempre più attento al benessere e alla sostenibilità garanzie in relazione alle modalità di allevamento, di alimentazione e di provenienza dell’animale. Un passo avanti nell’eccellenza del Salame made in Italy che siamo certi sarà apprezzata in Europa e nel mondo”. Parole sante, quelle del presidente, che ha capito pienamente (ma preferirei dire intuito) le aspettative degli italiani, visto che CLAI faceva già tutto per bene anche prima di questa indagine, immettendo sul mercato un prodotto davvero unico nel suo genere. E le famiglie, al riguardo, si sono espresse chiaramente.

Fonti della ricerca di Euromedia Research. Il Campione: la ricerca è stata svolta su un campione di 800 unità che è stato determinato attraverso una stratificazione proporzionale multipla, basta sui caratteri di sesso, età e area di residenza. I dati relativi alle ampiezze assolute e percentuali delle caratteristiche sopra citate provengono dai dati ISTAT relativi all’anno 2015. Universo di riferimento: L’universo di riferimento è sempre determinato a partire dalle cifre della popolazione assoluta (provincia per provincia) su cui si effettua la determinazione percentuale della popolazione da 18 anni in su ed in seguito si incrocia con le caratteristiche di sesso e fascia di età (popolazione adulta 50.699.447).

Condividi sui Social

Submit to DeliciousSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Rivista mensile cartacea e Ipad - Newsletter quindicinale - Trasmissione tv - Eventi live

Tipicità e turismo enogastronomico, cucina del territorio, ristoranti e ristoratori, chef, vini e vigneron, hotellerie, itinerari turistici, trend di mercato, cultura e lifestyle.

Contatti

Degusta Srl
Via Francesco Cilea, 10
40141
Bologna (BO)
PI 03533051201
marketing@degusta.tv