Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all'installazione di qualsiasi cookie clicca sul pulsante "Scopri di più". Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie

"Non sono quelli delle stelle". Stare semplicemente bene a tavola, tra sapori e storie della cucina...

Notizie in evidenza

"Non sono quelli delle stelle". Stare semplicemente bene a tavola, tra sapori e storie della cucina...

Presentazione “on line” di una guida atipica, redatta non certo per tessere in modo referenziale elogi alle “stelle” (chef e famosi gourmet) – come recita il titolo – che già discettano dai tanti canali televisivi, dove sono intenti a redarguire remissivi apprendisti, facendosi comunque pubblicità. Nella guida sono considerate trattorie e ristoranti a conduzione familiare, con belle storie, protagoniste di vicende della tradizione, non locali che propongono “junk food” o bizzarri menù etnici, con in sottofondo la musica a palla.... Una selezione che promuove i ristoratori veri rappresentanti della nostra cucina italiana, quelli che portano in tavola la pasta tipica, i bolliti, gli arrosti, le grigliate, gli sformati, quelli che, appena si entra, lì, nell’ambiente, si respira l’odore del brodo o di soffritto, dove si parla tutti sottovoce e la colonna sonora è un pacato brusio... Nella guida “Non sono quelli delle stelle” sono tutti raggruppati per Regione e Province, con i dati essenziali e una breve storia/recensione per ognuno, tutti impaginati per essere letti con interesse e curiosità, perché scorrendo le varie note si ripercorre la storia delle zone, dei prodotti locali, delle abitudini di una volta, spesso nate dal bisogno del momento (come durante la guerra…) per non sprecare nulla, per gustare al meglio anche i piatti meno sofisticati, quelli proprio “poveri”, come li preparavano i nostri nonni ogni giorno e che si gustavano in famiglia in nome della buona accoglienza e del cibo (sempre) eccellente… Come quando si beveva il vino buono in tazza e allora sì che si facevano le cose per bene! In più la guida offre una carrellata interessante sugli imprenditori, i commercianti, i viticultori, sugli autentici protagonisti dell’agroalimentare nel Nordest, tutti intenti a lavorare sempre con passione per stare semplicemente bene a tavola, tra sapori e storie della cucina del Veneto, del Trentino e del Friuli Venezia Giulia (anche in previsione dell’auspicabile “dopo Covid”).  Da quelle 256 pagine, emergono le radici e la necessità d’innovazione che animano le vicende di protagonisti come Arrigo Cipriani – uno degli autori – con la sua storia, divenuta oggi leggenda (ottantaquattro anni vissuti intensamente, ristoranti sparsi in tutto il mondo e quella autorevolezza ottenuta esportando un marchio del made in Italy che evoca i favolosi anni cinquanta, anni in cui Hemingway divenne cliente fisso dell’Harry’s Bar - fondato dal padre Giuseppe nel 1931-). Per Cipriani la regola è che in cucina non si devono complicare le cose semplici, ma rendere semplici quelle complicate… perchè non c’è niente da inventarsi: la buona cucina, è prima di tutto quella di servizio – sia in famiglia che al ristorante – e deve comunque soddisfare i commensali e i clienti, non appagare solo la vanità e l’immodestia della cuoca (in casa) o quella dello chef (al ristorante).  La guida vuole mettere in evidenza il grande potenziale di cui possiamo disporre/fruire e, per Edoardo Pittalis – l’altro autore – “Possiamo trasformare il cibo nel nostro oro, farne una ricchezza, come l’arte e come il turismo. Siamo un’eccellenza mondiale in materia e, talvolta, ce ne dimentichiamo”.  Fondamentali per la guida i due coautori, Maurizio Drago, Gian Nicola Pittalis con un manipolo di infaticabili recensori, che hanno selezionato e schedato oltre duecento locali del Nordest, impegnandosi con passione pur in un momento “particolare” (per la nota pandemia…) lavorando per i lettori curiosi e per gli esperti, raccogliendo i pareri di chi ha segnalato il proprio giudizio sulle proposte assaggiate (ricevuta del conto alla mano) in semplicità, senza fronzoli, come si scrive la nota per fare la spesa. In modo essenziale. Guida “da avere”!

(GfL)

 

Titolo:  “Non sono quelli delle stelle”
Anno: 2020

Testi di: Autori vari
Collana: Guide
Pagine: 256 pagine a colori
Formato: 14 x 21 cm
Confezione: brossura
ISBN: 978-88-8435-231-6
Prezzo: 13.70 €
Editore: Antiga Edizioni
Sede Legale, Redazione, Amministrazione e Magazzino
Via delle Industrie, 1 I – 31035 Crocetta del Montello (TV)
tel. +39 0423 6388 - fax +39 0423 638900
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Condividi sui Social

Submit to DeliciousSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Rivista mensile cartacea e Ipad - Newsletter quindicinale - Trasmissione tv - Eventi live

Tipicità e turismo enogastronomico, cucina del territorio, ristoranti e ristoratori, chef, vini e vigneron, hotellerie, itinerari turistici, trend di mercato, cultura e lifestyle.

Contatti

Degusta Srl
Via Francesco Cilea, 10
40141
Bologna (BO)
PI 03533051201
marketing@degusta.tv