Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all'installazione di qualsiasi cookie clicca sul pulsante "Scopri di più". Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie

Carmen, Santa Maria e William: le più richieste!

Notizie in evidenza

Carmen, Santa Maria e William: le più richieste! In evidenza

Le nuove entrate nella compagine delle Pere IGP dell’’Emilia Romagna, ovvero Carmen e Santa Maria, le pere estive che danno l’avvio alla campagna produttiva, sono sempre più apprezzate dai consumatori sia in Italia che sull’intero mercato europeo. Piace la freschezza, la succosità, l’aroma, il colore e  la campagna 2020, per loro, è partita con una domanda vivace del mercato e buone quotazioni. Entrate a pieno titolo nel pool di varietà identificabili con il bollino di Indicazione Geografica Protetta, quest’anno si sono avvantaggiate anche della minor produzione di frutta estiva a nocciolo (pesche e nettarine, albicocche e susine) falcidiate dalle condizioni climatiche avverse proprio in Emilia Romagna. E’ terminata anche la raccolta della William, la prima delle varietà autunnali, che si presenta quest’anno di qualità eccellente e anch’essa molto richiesta ed apprezzata dai consumatori. Le produzioni di pere, secondo i dati previsionali di CSO Italy si attestano, a livello europeo  su 2.199.000 tonnellate, in aumento del 12% se messe a confronto con la produzione 2019, anno particolarmente negativo per i volumi prodotti. La produzione resta comunque in calo  (-4%) rispetto alla media 2015-2018 a causa, come al solito, di danni climatici pesanti, in alcune zone produttive, per le gelate primaverili, pioggia durante la fioritura e grandine durante l’ingrossamento dei frutti.

L’Italia, ed in particolare l’Emilia Romagna, culla della produzione di pere d’Europa ha subito pesantemente, anche quest’anno, i danni climatici, con un -12% di produzione rispetto alle medie 2015-2018. Anche Spagna e Portogallo rilevano un calo produttivo da danni climatico-ambientali, mentre Belgio, Olanda e Francia sono stabili o in crescita. 

In questi giorni è in corso la raccolta delle varietà più tardive in particolare Abate Fetel;

la produzione di pere in Emilia Romagna rappresenta, in assoluto, la produzione frutticola leader nazionale e occupa, considerata l’intera filiera, circa 100.000 lavoratori.

Condividi sui Social

Submit to DeliciousSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Rivista mensile cartacea e Ipad - Newsletter quindicinale - Trasmissione tv - Eventi live

Tipicità e turismo enogastronomico, cucina del territorio, ristoranti e ristoratori, chef, vini e vigneron, hotellerie, itinerari turistici, trend di mercato, cultura e lifestyle.

Contatti

Degusta Srl
Via Francesco Cilea, 10
40141
Bologna (BO)
PI 03533051201
marketing@degusta.tv