Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all'installazione di qualsiasi cookie clicca sul pulsante "Scopri di più". Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie

La Lituania in 15 piatti

Notizie in evidenza

La Lituania in 15 piatti

Sapevate che la Lituania é un paese meraviglioso? E' una nazione dove oltre alle straordinarie bellezze paesaggistiche e territoriali, ci sono quelle gastronomiche: pensate che ben diecimila lituani si sono espressi ed anno decretato quali sono i loro migliori 15 piatti nazionali! Insomma, é giunta l'ora di aggiornare i nostri orizzonti enogastronomici: se fino ad oggi pensavamo al Belgio per l’ottimo cioccolato, alla Spagna per la paella, alla Polonia per i Pierogi  o all'Italia per la pizza, é arrivato il momento di allargare le vedute e innamorarsi anche della cucina lituana. Il voto popolare lituano ha messo in risalto piatti che meritano davvero di essere scoperti, a partire dalla classica zuppa rosa Šaltibarščiai fino a ricette decisamente più ricercate, come l’Applecheese o il Gira. I ristoranti che li offrono si trovano in tutta la Lituania e sono subito identificabili perchè hanno ricevuto l’etichetta “National Menu”. Possiamo dire che ora in Lituania c'è un nuovo modo di visitatre il Paese, attraverso una esplorazione gastronomica che suscita grande curiosità. La ciliegina sulla torta l'ha messa la Lithuana Travel, che ha dato vita ad un viaggio nella Lituania più autentica, un tour in 15 piatti,  un itinerario culinario di tre giorni alla ricerca dei sapori tipici di un Paese che, al di là della sua cucina ricca di storia e di gusto, ha molto da offrire: da città d’arte come Vilnius e Kaunas fino alle splendide località come la penisola Curlandese e la regione dei laghi. Ecco quindi un viaggio che vi consentirà di vedere tutto questo, nel dettaglio.

1° GIORNO: I piatti ICONICI: Il primo giorno porta con sé i piatti più iconici della tradizione lituana. Si parte con la Šaltibarščiai, la tradizionale zuppa rosa (servita rigorosamente fredda) a base di barbabietole e kefir. Si prosegue con del pane nero di segale, di cui i lituani vanno ghiotti, consumandone oltre 110 Kg. all’anno pro capite, considerato in questo caso nella sua versione fritta e con i Cepelinai, dei grossi gnocchi di patate ripieni di carne e serviti con panna acida. Il pasto si chiude con un sorso di Gira, una bevanda a base di crosta di pane fermentata, e con il Šakotis, tradizionale torta a spuntoni famosa per la sua cottura lenta. Piccola curiosità sul Šakotis: in Lituania è talmente popolare che gli è addirittura stato dedicato un museo: si trova a Druskininkai, nel sud del Paese. Non per niente è stato votato dal 68% dei partecipanti al sondaggio, superato solo dall’84% dell’immancabile Šaltibarščiai.

2° GIORNO – i piatti INSOLITI: Il secondo giorno include altri piatti lituani famosi anche al di fuori dei suoi confini. Dopo una tradizionale zuppa di crauti, scelta dal 35% dei partecipanti, troviamo il Kastinys, un formaggio spalmabile STG a base di panna acida, burro e latte cagliato spesso accompagnato alle patate e il Kugelis, una torta sempre a base di patate spesso servita con pancetta o con panna acida. Ad accompagnare il pasto troviamo naturalmente dell’ottima birra lituana, mentre come dolce non poteva mancare l’apple cheese. Questo è uno dei piatti più curiosi della gastronomia lituana, oltre che uno dei più deliziosi: si tratta di una confettura di mele lasciata essiccare per circa un mese, fino ad assumere la consistenza (e da qui deriva il nome) di un formaggio stagionato.

3° GIORNO –  i piatti RUSTICI: L’ultimo giorno prevede ricette più semplici, gustose e autentiche. Dei quindici piatti scelti da Lithuania Travel restano ancora da provare la tradizionale zuppa di funghi e l’aringa con le patate, un piatto tipico della tradizione nord-europea e molto diffuso tra le cucine lituane. Non mancano poi i Balandeliai, cavoli ripieni di carne e verdure e diffusi un po’ in tutta l’Europa dell’Est. Chiudono il pasto il Tinginys, un dolce a base di biscotti e cacao molto simile al nostro salame di cioccolato, e un bicchiere di idromele, una bevanda che non poteva mancare in un Paese famoso in tutto il mondo per l’ottimo miele e per le numerose ricette in cui lo si impiega.

Potrete mai fare a meno di una così bella esperienza turistica? Riuscirete a resiste alla tentazione di esploare la Lituania da un nuovo punto di vista e come nessuno aveva mai fatto prima? Non pensateci troppo sopra e anzi, assecondate la vostra curiosità a cominciare dalla visione del menù integrale: https://www.lithuania.travel/en/news/taste-the-authentic-15-lithuania-flavours  oppure cominciate a cercare informazioni sulla Lituania e sulla sua offerta al link: https://www.lithuania.travel/en/ 

(Gianluigi Veronesi) 

Condividi sui Social

Submit to DeliciousSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Rivista mensile cartacea e Ipad - Newsletter quindicinale - Trasmissione tv - Eventi live

Tipicità e turismo enogastronomico, cucina del territorio, ristoranti e ristoratori, chef, vini e vigneron, hotellerie, itinerari turistici, trend di mercato, cultura e lifestyle.

Contatti

Degusta Srl
Via Francesco Cilea, 10
40141
Bologna (BO)
PI 03533051201
marketing@degusta.tv