Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all'installazione di qualsiasi cookie clicca sul pulsante "Scopri di più". Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie

Gianluigi Veronesi

Gianluigi Veronesi

Gianluigi Veronesi

Decennale Riso del Delta del Po IGP Oasi Bianca (Pomposa - FE)

Ha aperto i lavori il Presidente Adriano Zanella presentato dal dirigente del Consorzio Alex Baricordi.Innanzitutto i dati.Il territorio del Delta del Po venne bonificato 110 anni fa.

il progetto IGP parte nel 2009 con 65 ettari di risaie, 6 operatori e 3000 q.li di produzione; nel 2018 l’estensione delle risaie raggiunge i 1600 ettari, 37 operatori e 78.600 quintali di produzione.Nel 2019 sono già previsti ulteriori aumenti.

In cinque parole chiave il presidente ha esplicitato il valore e l’alto potenziale di futuro del Riso del Delta del Po IGP

Persone:il progetto è pensato come una filiera che parte dall’agricoltore per arrivare al consumatore. Questo aspetto è stato accolto favorevolamente dalla GDO che ne ha recepito il valore.

Territorio:è l’unicità di questi terreni ricchi di sostanze organiche, emersi grazie alle bonifiche di 110 anni fa che li rende vocati allo sviuppo di una risicoltura pura e riconoscibile.

Relazioni:sono un elemento di successo che ha caratterizzato sin dall’inizio la crescita dell’IGP. Istituzioni pubbliche soggetti economici e sociali hanno conocorso in un progetto partecipativo e reso possibile questi risultati

Filiera:sistema integrato di risorse, tecnologia e ambiente al servizio del territorio e a valorizzazione economica dell’IGP oggi nel consorzio sono presenti tutti i protagonisti della coltivazione e commercializzazione.

Ricerca:formazione e ricerca sono due azioni continue finalizzate a tecniche colturali d’eccellenza per garantire produzioni di alta qualità.

Sono intervenuti:

MASSIMO BIOLCATI

Presidente Delegazione Ascom CodigoroE’ stata presentata una importante iniziativa che si estende su tutto il territorio del Delta del Po attraverso la partecipazione dei ristoranti che avranno nei loro menù un piatto con Riso del Delta del Po IGP. Seguirà infine una serata intitolata Disfida del Gusto dove verranno segnalate le migliori preparazioni. Sul litorale, nell’ambito dell’iniziativa Spiagge del Gusto si evidenzieranno ricette con Riso del Delta del Po IGPL’iniziativa consentirà un’ampia crescita di conoscenza attraverso un’esperienza culinaria concreta.

 

MASSIMO SERAGNOLI

Coordinatore Progetto Istituti AlberghieriTema “Progetto Istituti alberghieri”Una componente fondamentale del progetto decennale è stata individuata nel rapporto con docenti e studenti degli Istituti Alberghieri di Adria, Lido Degli Estensi, Ferrara Castel San Pietro, Riolo Terme, Piacenza. Sono previste giornate didattiche che si concluderanno con preparazioni e degustazioni delle varie specie di riso e prodotti del territorio nel rispetto della stagionalità.

Nel solco dei valori fondanti dell’IGP Riso del Delta del Po è stato inoltre predisposta una donazione alle Caritas del Territorio che ogni giorno sostengono molte famiglie in stato di bisogno con preparazione di pasti e consegna di prodotti alimentari.Con parole illuminanti sono intervenuti

DON PIERO MANDRUZZATO

Direttore Caritas diocesana Adria-Rovigo

ATTILIO GIBBIN

Direttore Caritas diocesana Chioggia

MICHELE LUCIANI

Rappresentante Caritas diocesana Ferrara-Comacchio Tema “Progetto Caritas”

Programma degli eventi che vedrà presente il Consorzio Riso del Delta del Po Igp Festival dei prodotti Dop e IGp 19 maggio
AL Meni 22 23 giugno 2019
Festival cucina veneta 5-6-7 luglio

FICO autunno (data in definizione) 11 Novembre evento delle Caritas

Il decennale ha ottenuto il patrocinio: Ministero agricoltura e turismo Regione Emilia-Romagna,
Regione Veneto, Camera di commercio Ferrara,
Camera di Commercio Venezia-Rovigo
Parco del Delta del Po,
Biosfera Mab, Unesco,Caritas Diocesane di Adria – Rovigo , Chioggia e Ferrara-Comacchio, Ascom Ferrara-Rovigo.

Ha coordinato ALEX BARICORDI Dirigente Consorzio

Sinettica srl
via Ercolani 9 Imola (Bo)
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.sinettica.it

 

Gianfranco Leonardi

CATTEL conquista le cucine HORECA con la Scottona della Braslavia

È un’esclusiva Cattel la linea di pregiate carni bovine provenienti dai migliori capi polacchi allevati allo stato brado su prati lussureggianti e alimentati in modo naturale, a base di cereali ricchi di preziosi minerali. Un tipo di allevamento che, da solo, fa intuire l’importanza attribuita da Cattel alla qualità dei suoi prodotti. Ma l’azienda veneta non si ferma qui: per garantire un prodotto eccellente e sicuro, Cattel ha sviluppato infatti un severo sistema di controlli e tracciabilità lungo l’intera filiera produttiva, con particolare riguardo anche per la sostenibilità, in risposta alla crescente attenzione e sensibilità del consumatore nei confronti dell’impatto ambientale delle pratiche zootecniche.

Una linea che rispetta i più elevati standard di qualità, dunque, che si riflettono in ogni suo aspetto: dal colore rosso scuro al sapore intenso fino alla marcata marezzatura. La linea Scottona della Braslavia, infatti, è caratterizzata da un’eccellente tenerezza e morbidezza, che la rendono ideale per la preparazione di piatti prelibati e gustosi al cui assaggio sprigionano tutte le caratteristiche del bovino da cui derivano: un gusto pieno, che la distingue da qualunque altra linea. Un progetto di Cattel SpA nato quasi per gioco e che invece ha superato ogni aspettativa, come confermano i dati delle vendite registrati negli ultimi anni: dalle 17 tonnellate di carne venduta nel 2016, infatti, si è passati a 53 tonnellate nel 2017 per raggiungere, nel 2018, l’incredibile traguardo di 80 tonnellate. Un successo che ha portato il brand a occupare un posto importantissimo tra le referenze di Cattel, con un’incidenza nel 2018 del 13% nel settore carne fresca.

La scottona non è una razza né un taglio, ma una giovane femmina di bovino di età inferiore ai 16 mesi che abbia raggiunto un adeguato sviluppo muscolare e non abbia mai partorito. E’ particolarmente pregiata perché, a differenza della carne di bovino maschio – più fibrosa - quella della femmina risulta più morbida e gustosa. Una linea eccellente, pensata per palati esigenti e piatti speciali, che si compone di vari tagli, per soddisfare ogni esigenza in cucina: il cube roll, il pregiato filetto, il succulento roast beef dalla consistenza morbida e succosa, la cowboy steak, il tomahawk, la nobile fiorentina, il tenero e versatile scamone a cuore, e ancora la langue de chat, la costata, la testa di filetto, e infine la picanha, il pezzo noto come codone di manzo che dal Brasile si è ormai diffuso ovunque.

Un assortimento vasto e qualitativamente eccellente, un’esclusiva Cattel a beneficio dell’intero canale Horeca. Prodotti selezionati per soddisfare il cliente e, soprattutto, il consumatore finale a cui sono destinati.

www.cattel.it

 

Gianfranco Leonardi

Rivista mensile cartacea e Ipad - Newsletter quindicinale - Trasmissione tv - Eventi live

Tipicità e turismo enogastronomico, cucina del territorio, ristoranti e ristoratori, chef, vini e vigneron, hotellerie, itinerari turistici, trend di mercato, cultura e lifestyle.

Contatti

Degusta Srl
Via Francesco Cilea, 10
40141
Bologna (BO)
PI 03533051201
marketing@degusta.tv